Chiavola(Pd): Ibla e la mancanza di decoro a due passi dal Duomo

Tempo di lettura: 2 minuti

“Quando vedo queste cose da un lato mi dà fastidio, dall’altro mi dà di nuovo fastidio. Perché penso che ci riempiamo la bocca di paroloni che riguardano il turismo e poi diamo l’impressione di non sapere neanche dove stia di casa se presentiamo Ragusa, soprattutto le mete turistiche, in queste condizioni”. E’ quanto afferma il capogruppo del Pd al Consiglio comunale, Mario Chiavola, dopo avere appurato le condizioni poco decorose in cui versano le scalinate che affiancano il Duomo, il largo Camarina, altre piccole stradine che sono tra le più battute dai visitatori alla ricerca di scorci suggestivi da immortalare. “Dovremmo essere inappuntabili e, invece – continua Chiavola – ci presentiamo con la ricrescita dell’erba, così alta in alcuni casi da sembrare una pianta rigogliosa. E, si badi bene, il tutto a due passi da un monumento Unesco di grande prestigio come il Duomo o, in altre zone, pienamente alla vista di chi ci viene a trovare. Per non parlare dell’immondizia che fa capolino all’angolo di alcune strade. Ma questo è un altro discorso. Riguardo alla mancata scerbatura nella città antica, chiedo l’intervento dell’Amministrazione comunale perché in pieno agosto non è giusto farsi trovare in questo modo. E’ un’assurdità, una mancanza di rispetto nei confronti dei visitatori che ambiscono alla possibilità di potersi godere Ibla nella maniera migliore. E’ indispensabile predisporre un’azione di scerbatura in tempi rapidi, prima di Ferragosto”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI