Quattro soluzioni efficaci per tenere lontane le zanzare

Tempo di lettura: 2 minuti

Arriva la bella stagione, le giornate si allungano e la natura rinasce in tutto il suo splendore. Ma ecco che, come ogni anno, puntualmente tornano a farci visita le sgradite zanzare, fastidiose con le loro pruriginose punture e veicolo di molte malattie. Vediamo come risolvere il problema una volta per tutte con questi quattro rimedi ecologici e low cost.

Trappole, repellenti chimici, zanzariere… se avete provato tutte le soluzioni possibili per cercare di liberarvi delle zanzare, ma con scarsi risultati, non disperate: esistono alcuni rimedi naturali a cui possiamo ricorrere per allontanare questi fastidiosi insetti da giardini, terrazzi e spazi interni, senza utilizzare prodotti chimici dannosi per la salute e l’ambiente.

Curiosi di sapere quali sono? Allora, continuate a leggere per scoprire come dire addio una volta per tutte a questa sgradita piaga estiva e godervi la bella stagione come si deve.

Agire sulla proliferazione

Vi siete mai chiesti perché le zanzare trovano il loro habitat ideale nei nostri spazi verdi? Beh, la spiegazione è molto semplice: questi insetti depongono le loro uova nell’acqua ferma e stagnante, ambiente in cui le larve trascorrono i primi venti giorni del loro ciclo vitale dopo la schiusa delle uova. Dopo questo breve lasso di tempo le pupe sfarfallano in adulti e raggiungono fin da subito la maturità sessuale per deporre nuove uova, da cui nasceranno esemplari prevalentemente femmine.

Una volta adulte, tutte le zanzare si nutrono principalmente di nettare e liquidi zuccherini di origine vegetale, ma alle femmine occorre almeno un pasto di sangue per portare avanti il proprio ciclo riproduttivo. E, poiché la prosecuzione della specie è un istinto innato nella lotta alla sopravvivenza, la zanzara lo seguirà costantemente e cercherà di fare quante più scorte possibili di plasma per riprodursi più volte nel corso della stagione calda.

Da questa “mini-lezione” di biologia è facile intuire come la migliore soluzione per tenere sotto controllo la proliferazione di questi insetti nel proprio spazio outdoor e in casa sia privarli del loro habitat riproduttivo, controllando e svuotando – almeno due/tre volte la settimana – sottovasi, contenitori, secchi e pozze dove possono verificarsi ristagni idrici.

Se le piante che teniamo all’esterno necessitano di un ambiente molto umido per crescere rigogliose, si può mettere un filo di rame nell’acqua del sottovaso in modo da liberare iodio attivo letale per questi insetti. Avete una fontana o magari una vasca per la coltura idroponica in giardino? Allora, provate a metterci dentro dei pesci rossi affinché si nutrano delle larve di zanzara.

Piante aromatiche

Ebbene sì: basilico, menta e rosmarino sono erbe aromatiche utili, non solo in cucina per insaporire le pietanze, ma anche per allontanare le zanzare. È risaputo, infatti, che questi sgraditi insetti odiano l’odore forte e pungente che sprigionano queste piante, quindi per ritornare a essere padroni dei propri spazi verdi una buona strategia è sicuramente quella di coltivarle in giardino o sul terrazzo in modo da scoraggiare l’attacco delle zanzare e restituire il piacere di una serata all’aperto senza fastidiose punture.

Se preferite qualcosa di più ornamentale con cui abbellire la vostra area esterna, potreste anche coltivare dei gerani in vaso, nemici giurati dei “vampiri alati” e anche molto belli da vedere. In alternativa, possiamo sfruttare le proprietà repellenti della lavanda, i cui fiori – una volta essiccati e riposti in sacchetti di tela – rilasceranno una fragranza gradevole al nostro naso ma sgradita alle zanzare. Per ottenere i migliori risultati, consigliamo di combinare il potere insetticida di queste piante con i dissuasori elettrici (ecco alcune delle proposte più valide del mercato), in modo da liberare l’ambiente dagli insetti molesti e, allo stesso tempo, renderlo sicuro quando in casa ci sono dei bambini piccoli.

Predatori naturali

Sapevate che una delle soluzioni migliori per sbarazzarsi delle zanzare in modo sostenibile è attirare nel proprio spazio verde i loro predatori naturali? Abbiamo già citato i pesci rossi, ma ci sono anche i pipistrelli e le rondini. Questi volatili, infatti, sono particolarmente ghiotti di zanzare, ma visto che non è facile convincerli a stabilirsi nei nostri giardini, possiamo invogliarli costruendo dei nidi artificiali progettati appositamente per ospitarli.

Repellenti naturali

Se siete determinati a non farvi pungere dalle zanzare, ma non volete usare repellenti formulati con sostanze chimiche di sintesi dannose per la salute, Madre Natura propone diversi rimedi “green” ugualmente efficaci ma di gran lunga più sicuri e sostenibili. Tra questi ricordiamo gli oli di citronella, ricino e cannella, noti per le loro proprietà repulsive verso gli insetti molesti, svolgendo al contempo un’azione lenitiva e rinfrescante in caso di punture ed eruzioni cutanee.

Subito dopo troviamo l’olio essenziale di eucalipto, utile anche per purificare gli ambienti, e l’essenza di geranio che agisce sia come repellente per tenere lontane le zanzare sia come profumo naturale da mettere in appositi diffusori o da usare in candele profumate per infondere una piacevole fragranza in tutta la casa.  

© Riproduzione riservata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI