L’Argentina potrebbe diventare esportatore vaccino Sputnik V

Esporterà nelle nazioni latinoamericane.
Tempo di lettura: 2 minuti

Il laboratorio argentino Richmond ha annunciato di aver iniziato la produzione del secondo componente del vaccino russo Sputnik V. Il presidente del laboratorio Marcelo Figueras, ha detto che stanno lavorando per completare “l’intero ciclo riproduttivo” del vaccino russo, in conformità con l’accordo firmato con il Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF). Ha inoltre riferito che è in fase di sviluppo un lotto di 500.000 dosi del primo componente, che si aggiungeranno alle 450.000 finora prodotte che sono a disposizione del Governo, in attesa di verifica da parte dell’Istituto russo Gamaleya e rispettivi enti governativi. Il laboratorio argentino Richmond utilizzerà 100 litri di principio attivo, inviato e prodotto dall’Istituto russo. Dalla Cina invece, dopo l’accordo firmato dal governo argentino con la China National Pharmaceutical Group Corp, arriveranno tra luglio e settembre a Buenos Aires 24 milioni di dosi del vaccino cinese Sinopharm Top. A tutt’oggi, Aerolineas Argentinas, ha completato 29 voli (tra Russia e Cina) dall’inizio della pandemia, otto dei quali dalla Cina, in cui sono state trasferiti, da quest’ultima, oltre 6 milioni di dosi.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI