Ragusa. Delegazione Save the children in visita presso gli orti sociali Proxima

Tempo di lettura: 2 minuti

Continuano le visite agli orti sociali della cooperativa Proxima situati in via Grazia Deledda a Ragusa. Stavolta, gli ospiti che sono venuti a conoscere l’innovativa realtà agricola sono stati molto speciali, trattandosi di una delegazione di Save the Children Italia, l’ong partner dei progetti della cooperativa Proxima contro la tratta e contro lo sfruttamento. A fare gli onori di casa il responsabile degli orti sociali, Marcello Firrincieli, che ha illustrato le tecniche innovative utilizzate, evidenziando il fatto che “negli orti si realizza un tipo di agricoltura locale e stagionale che rispetta l’equilibrio dell’ambiente e la sua biodiversità, utilizzando solo sostanze e pratiche di coltivazione altamente naturali, ispirate ad antichi metodi agricoli adattati con tecniche innovative”. “Siamo stati molto felici – continua Ivana Tumino, presidente di Proxima – per il fatto di avere potuto accompagnare le componenti della delegazione alla scoperta del nostro mondo, compresi tutti i servizi rivolti ai nostri beneficiari. Le abbiamo fatte muovere lungo un percorso rivolto all’integrazione sociale, alla sostenibilità e al mangiar sano e con gusto che hanno dimostrato di avere apprezzato parecchio”. Save the Children Italia si prende cura soprattutto dei più indifesi e con il proprio staff di esperti offre ai bambini un aiuto concreto sul campo, generando un impatto duraturo e su larga scala, anche in caso di emergenza.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI