Scoglitti. Ringhiera divelta e potenziali pericoli per i bagnanti

Tempo di lettura: 2 minuti

Un altro video già virale sui social. Con una canzone di Little Tony, “La fine di agosto”, a fare da cornice sonora. E’ il contenuto dell’ultima denuncia del segretario cittadino del Pd, Giuseppe Nicastro, che, questa volta, ha focalizzato la propria attenzione sul lungomare della Riviera Gela a Scoglitti. “I bagnanti, gli operatori commerciali, i semplici cittadini – spiega Nicastro – ci chiamano per farci notare tutte le cose che non vanno. In particolare, in questo tratto di lungomare mancano le ringhiere in legno, che in realtà sono pericolanti e avrebbero bisogno di essere messe in sicurezza, e poi c’è un palo della luce caduto che rappresenta un potenziale pericolo, essendo insabbiato e quindi non facilmente individuabile, per i bagnanti ma soprattutto per i bambini. Non parliamo, poi, della presenza di sabbia depositata ai margini della strada e che nessuno ha ancora pensato di ripulire. Insomma, in buona parte della riviera Gela si fa i conti con la mancanza di decoro. Come partito, ci rivolgiamo alla Commissione straordinaria, facendo tra l’altro presente che, ancora, fino a domenica scorsa, mancavano le docce oltre agli scivoli per i disabili, affinché possa fare effettuare un sopralluogo ai tecnici e predisporre al più presto gli interventi necessari per sopperire a tali carenze. L’estate è già entrata nel vivo e non abbiamo più tempo da perdere per dare risposte ai residenti, ai villeggianti e ai turisti”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI