Brasile. Bolsonaro avverte: niente voto elettronico 2022

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo l’invasione del Campidoglio a Washington della massa di facinorosi scontenti della sconfitta di Donald Trump,, il presidente Jair Bolsonaro ha affermato che se non ci sarà il voto con schede cartacee nel 2022, il Brasile potrebbe avere un “problema peggiore”. Sostiene, riguardo le elezioni del 2018, di avere prove di brogli che lo hanno privato di una vittoria al primo turno. Tuttavia, a tutt’oggi il presidente non avrebbe presentato alcuna prova che attestino brogli elettorali. Glielo ha chiesto ieri un giudice della Corte Elettorale Superiore il magistrato Luis Felipe Salomao che ha concesso al presidente 15 giorni per fornire prove che dimostrino le presunte irregolarità nel sistema di conteggio elettronico dei voti, che ha ripetutamente denunciato. Bolsonaro ha anche messo in dubbio l’affidabilità del sistema di voto elettronico durante le elezioni comunali dello scorso novembre, in cui la destra ha subito una grave battuta d’arresto. Secondo gli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto, l’ex presidente condannato e poi scarcerato Luiz Inácio Lula da Silva, vincerebbe al secondo turno (ballottaggio) le presidenziali del 2022.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI