Ragusa, riaperta l’indagine sul caso Tumino dopo 49 anni

Tempo di lettura: 2 minuti

La Procura della Repubblica di Ragusa ha riaperto, dopo 49 anni, l’indagine sul caso Angelo Tumino, ovvero l’omicidio irrisolto dell’ingegnere ragusano sul quale indagato il giornalista  Giovanni Spampinato.  Tumino fu ucciso il 25 febbraio del 1972 mentre il cronista de “L’Ora” ebbe la stessa sorte otto mesi dopo, ovvero il 27 ottobre.

Dopo l’uccisione di Tumino iniziò l’inchiesta giornalistica di Giovanni Spampinato che, nei mesi successivi, raccontò le evoluzioni delle indagini e le storie di personaggi poco chiari, appartenenti alla destra eversiva, che si intrecciavano con le trame dell’omicidio. Ipotizzò che  Tumino fosse implicato in attività di ricettazione di antiquariato proveniente dalla Grecia, sotto il regime dei colonnelli, e di armi e stupefacenti che viaggiavano con i reperti storici. Raccontò della presenza di Stefano Delle Chiaie, noto stragista nero, e di altri luogotenenti di Iuno Valerio Borghese, che erano spesso in compagnia dell’On. Cilia, eletto tra le fila del MSI, e che preparavano il terreno per il tentativo di golpe, poi avvenuto nel 1978. Delineò le prime trame di una tela che fu scoperta solo con le indagini degli anni ’80, conosciute come “Gladio”, riguardanti i rapporti tra la destra eversiva, appunto, e i servizi segreti deviati.
Tuttavia, questo quadro non era condiviso dal resto della città. Un delitto passionale doveva essere stato, dato che l’ingegnere era noto fimminaro. Era un’ipotesi più semplice da metabolizzare.
L’inchiesta di Spampinato, invece, conduceva al nome di Roberto Campria, figlio del Presidente del Tribunale di Ragusa, l’ultimo ad essere stato visto in compagnia dell’ingegnere Tumino. Lo stesso Campria presente a casa Tumino a poche ore dal ritrovamento del corpo dell’ingegnere.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI