Mpsi. Centro diabetologico da Vittoria a Ragusa. Asp trovi soluzione

Tempo di lettura: 2 minuti

Il presidente provinciale del Movimento politico Sviluppo ibleo, Andrea La Rosa, anche nella qualità di responsabile Enti locali della Lega Ragusa, chiede chiarimenti alla direzione generale dell’Asp sul trasferimento del centro diabetologico territoriale di via dell’Acate a Vittoria in una nuova sede nel capoluogo ibleo. Una situazione che sta creando parecchia apprensione tra chi soffre della patologia e risiede nell’area ipparina visto che occorrerà sobbarcarsi tutta una serie di difficoltà logistiche. “Siamo certi che i vertici dell’Asp – afferma La Rosa – avranno preso questa decisione per una serie di motivazioni specifiche che, per il momento, non hanno ancora comunicato alla collettività. Allo stesso tempo, riteniamo che un trasferimento del genere non possa essere adottato a cuor leggero sapendo quali sono le problematiche create ai pazienti. E’ necessario, dunque, adottare iniziative specifiche che possano rendere meno traumatico questo passaggio. Tutto ciò, ovviamente, in subordine alla scelta che dovrebbe, anche per noi, essere quella principale, fare cioè ritornare la sede del centro territoriale di nuovo a Vittoria. Sappiamo che già la Sanità ipparina fa i conti con una serie di carenze e, quindi, non sarebbe opportuno sommarvi ulteriori disagi per la cittadinanza. Facciamo voti alla direzione generale dell’azienda sanitaria provinciale di Ragusa affinché adotti le misure più adeguate lungo la direzione da tutti auspicata”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI