Siracusa-Gela. “L’ultima figuraccia del Governo Musumeci”

Tempo di lettura: 2 minuti

Marco Falcone, fedelissimo assessore di Nello Musumeci, prima si lancia in annunci clamorosi, sventolando un accordo con lo Stato per un trasferimento di ben 60 milioni di euro al CAS – Consorzio autostrade siciliane per la Siracusa–Gela, e poi tramite un’ulteriore comunicazione fa delle precisazioni che sanno di completa “inversione di marcia”, sempre per restare in ambito stradale.

Questa, in ordine di tempo, è l’ultima figuraccia di Falcone e di Musumeci, afferma l’Onorevole Stefania Campo.

Entrambi infatti sanno benissimo che i mancati trasferimenti dello Stato al CAS sono imputabili esclusivamente all’Ente regionale stesso che non ha ancora rendicontato, secondo i termini di legge, lo stato di avanzamento dei lavori. E soprattutto dovrebbero stare “zitti e buoni” – loro sì – almeno su questo tema, visto che sul Consorzio autostradale siciliano pesa un macigno enorme riguardante la sicurezza della rete viaria, da loro gestita, che presenta più di 800 violazioni al codice della strada. Incredibile, no?

La Regione, conclude Campo, smetta di giocare con gli annunci farlocchi e smaltisca la burocrazia che blocca i compensi dei lavoratori dei cantieri gestiti dal CAS, delle imprese e dell’indotto. E Falcone pensi piuttosto a completare le opere e mettere in sicurezza le strade anziché fare il prestigiatore politico coi comunicati stampa e le smentite sulla Siracusa–Gela.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI