Eccidio di Passo Gatta. Convegno della CGIL a Modica

Tempo di lettura: 2 minuti

Cento anni dopo, cosa rimane e cosa ripropone l’Eccidio di Passo Gatta. Dal 29 maggio del 1921 alla stessa data del 2021 gli interrogativi, non pochi, sono rimasti tali: impuniti mandanti ed esecutori di una strage che vide cadere, vittime di un violentissimo scontro sociale di classe – proletariato contro borghesia-, sei braccianti agricoli. Sotto il fuoco fascista caddero Vincenzo Carulli, Rosario Liuzzo, Raffaele Ferrisi, Agostino Civello, Carmelo Pollara e Carmelo Vacirca.

“Cento anni dopo” è il tema di un convegno di studi promosso dalla CGIL, dalla Scuola di Formazione Politica e Culturale “Virgilio Failla”, dall’A.N.P.I., dal Centro Studi “Feliciano Rossitto”, dall’Università di Catania e dal Comune di Modica e che si terrà in una due giorni all’Auditorium “Pietro Floridia” di Piazza Matteotti.

Gli appuntamenti si terranno venerdì 28 maggio alle   18 e sabato 29 maggio alle  9.

Nella giornata di apertura, che sarà moderata da Angela Allegria, vice presidente della Scuola di formazione politica “Virgilio Failla”, il primo intervento sarà del prof. Giovanni Di Rosa, presidente della Scuola di Formazione Politica “Virgilio Failla” che affronterà il tema “Un passato che non passa”; quindi sarà l’amministrazione comunale a dare il saluto ai convegnisti.

Seguiranno gli interventi del prof. Giancarlo Poidomani, docente all’Università di Catania, che tratterà “ il biennio nero nella Sicilia Sud- Orientale”; il giornalista Giuseppe Calabrese si soffermerà su “L’inchiesta Vitale (alias Failla) sull’eccidio di Passo Gatta”; Antonio Colombo del Centro Studi “Feliciano Rossitto” tratterà “ Le elezioni amministrative del 1920” e infine Peppe Scifo, segretario generale della CGIL di Ragusa che relazionerà su “Lo squadrismo contro il movimento sindacale”.

La prima giornata del convegno di studi si concluderà con la proiezione del docu-film “Anni Vinti” di Andrea Giannone. Sarà il docufilm ad aprire alle ore 9.00 la seconda giornata di studi, coordinata da Graziella Perticone, segretaria generale della FLC di Ragusa, che continuerà con  l’intervento di Santo Burgio, presidente della struttura didattica speciale di Lingue di Ragusa (università di Catania) che parlerà su ”1921/2021: anni ’20 a confronto; “L’antifascismo popolare” è il tema affrontato da Margherita Bonomo, docente dell’Università di Catania; Marilena Di Caro, dell’ANPI provinciale di Ragusa,si soffermerà su “L’attualità dell’antifascismo”.

L’intervento conclusivo è riservato al giovane registra Andrea Giannone che ci illustrerà “Anni Vinti”: nascita di un docufilm”.

L’ingresso all’Auditorium è libero con partecipazione limitata al numero dei posti disponibili in relazione alle misure anticovid.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI