Morte di Alessio Iabichella. Modica, parte il processo

Tempo di lettura: 2 minuti

Prima udienza davanti al giudice unico del Tribunale di Ragusa, Antonella Frizilio, del datore di lavoro del giovane modicano Alessio Iabichella. L’ipotesi accusatoria contestata all’imputato è omicidio colposo, poiché in qualità di datore di lavoro e titolare della omonima ditta a cui era stata affidata la manutenzione degli impianti elettrici presenti presso l’azienda,  avrebbe cagionato la morte di Iabichella per colpa consistita in negligenza, imprudenza e imperizia e nella violazione delle norme in materia di sicurezza sul lavoro.

Le parti processuali hanno formulato le rispettive richieste di prova e il procedimento è stato rinviato al 19  luglio prossimo per l’esame dei testi del PM.

Nella stesss udienza le parti civili costituite, assistiti dagli avvocati Enrico Platania e Piero Ciarcià, hanno chiesto, altresì, il sequestro conservativo dei beni dell’imputato a garanzia delle obbligazioni nascenti da reato.

Il Tribunale, con provvedimento reso fuori udienza, in accoglimento della richiesta formulata, ha disposto il sequestro conservativo dei beni immobili e mobili appartenenti all’imputato fino alla concorrenza dell’importo indicato a garanzia dei crediti risarcitori spettanti alla parti civili.

 

 

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI