Il 5 giugno riapre Palazzo dei Mercedari a Modica

Tempo di lettura: 2 minuti

Sabato 5 giugno alle 11 riapriranno ufficialmente le porte del Museo delle Arti e delle Tradizioni Popolari Serafino Amabile Guastella presso Palazzo dei Mercedari a Modica. Un evento atteso da tanti in Città che restituisce alla collettività un pezzo significativo del proprio patrimonio culturale e della propria identità. Una riapertura resa possibile dalla collaborazione dell’Amministrazione Comunale con l’Associazione “S.A. Guastella” e giunta al termine dei significativi interventi di restauro cui è stato sottoposto l’intero immobile. I visitatori che parteciperanno all’evento avranno modo così di ritrovare le testimonianze storiche del passato contadino di Modica e, nel contempo, ammirare il nuovo volto del palazzo. “Finalmente siamo arrivati al termine di questo lunghissimo viaggio – commenta il Sindaco Abbate – che è stato il restauro e la riapertura di questo polo museale. Sabato 5 giugno riapriremo una delle più importanti testimonianze in Sicilia del passato rurale della nostra civiltà. Una collezione che tutti ci invidiano e che dobbiamo principalmente all’opera di raccolta svolta negli anni dai componenti dell’Associazione Guastella. Ringrazio per questo la professoressa Grazia Dormiente che, in qualità di presidente dell’Associazione Serafino Amabile Guastella, ha donato la collezione al Comune di Modica. Il resto del Palazzo ospiterà altre collezioni permanenti e temporanee per fare di questa zona una delle più importanti, culturalmente parlando, di tutta la Regione”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI