Pozzallo. Si è svolto il Microchip day

Tempo di lettura: 2 minuti

Si è concluso a Pozzallo il “microchip day”, organizzato presso la sede ex ASI, con l’anagrafe e l’inoculazione gratuita del chip identificativo a 43 cani appartenenti ad altrettante famiglie pozzallesi, evitando loro di recarsi a Modica.
L’iniziativa, proposta dai volontari animalisti, ha subito incontrato il favore e il sostegno dell’Amministrazione comunale e dei servizi veterinari dell’ASP di Ragusa, offrendo ai cittadini l’opportunità di impiantare gratuitamente il microchip al proprio cane e, contemporaneamente, diffondere la cultura di una corretta detenzione e cura degli animali.
Infatti la registrazione dei cani all’anagrafe canina nazionale è un adempimento obbligatorio e fornisce online i riferimenti utili per rintracciare il luogo di registrazione di un cane smarrito e il suo legittimo proprietario ma rappresenta anche un efficace strumento di dissuasione degli abbandoni.
Soddisfazione del Sindaco Ammatuna che sottolinea come questa giornata rappresenti una delle fasi tangibili dell’avvio di un nuovo corso delle politiche locali in materia di tutela degli animali.
Periodicamente sarà riproposto, infatti, il “microchip day” e saranno avviate a breve scadenza iniziative per la sterilizzazione di cani e gatti, necessaria per evitare l’incontrollata riproduzione degli animali.
Oltre agli animalisti attivi sul territorio, rivolgo un particolare ringraziamento ai veterinari dell’ASP di Ragusa, ai volontari del Gruppo comunale di protezione civile e al Comando della Polizia locale.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI