1 Maggio: “non dimentichiamo i lavoratori dei supermercati”

La nota della Cgil FILCAMS
Tempo di lettura: 2 minuti

Oggi è il 1 Maggio 2021, vi ricordate quando solo un anno fa definivamo i lavoratori e le lavoratrici dei supermercati “Angeli”?

Vi ricordate quando eravamo tutti a casa “al sicuro”e invece queste lavoratrici e questi lavoratori ci assicuravano da mangiare rischiando la vita?

Eccoci qui, gli Angeli non sono più Angeli ma sono tornati ad essere persone normali, anzi no….peggio ancora, sono “tornati” ad essere persone senza il diritto di godersi la famiglia o un giorno di riposo , nemmeno per il Primo di Maggio.

Ecco che ancora una volta assistiamo all’avidità di grandi gruppi della grande distribuzione organizzata che, nonostante in questo anno di pandemia hanno aumentato in maniera significativa i propri fatturati, non hanno nessun rispetto per il proprio capitale umano. E allora ci chiediamo, dove è finito il tanto decantato “rispetto per i propri dipendenti” di qualche settimana fà?

Il rispetto non si proclama.. Si pratica con i fatti!

NO….il Primo Maggio No!!…E’ la festa di tutti i lavoratori, di tutti noi. Di tutti coloro che si alzano ogni mattina in modo automatico e vanno a cominciare la giornata per poi tornare soddisfatti alla fine cercando in famiglia il meritato riposo. NO… il Primo Maggio NO!…Aprire le proprie aziende in questo giorno significa assolutamente fregarsene della dignità  delle persone che sudano e lavorano sodo ogni giorno della settimana per il bene dell’azienda. Comunque non ci dilungheremo sulle futili aperture degli altri festivi (domeniche e no)… ormai sapete cosa ne pensiamo.

Da mesi, la Filcams Cgil insieme a Fisascat Cisl e Uiltucs Uil chiedono al Presidente della Regione Siciliana, anche in considerazione dell’istituzione della Zona Rossa per numerosi Comuni siciliani, l’immediato intervento per disporre la chiusura delle attività commerciali nelle festività: nessuna risposta ad oggi è arrivata da un governo regionale sordo alle richieste dei tanti lavoratori e delle tante lavoratrici della Sicilia.

Supermercati e ipermercati restano sempre aperti e continuano a rimanere luoghi di assembramento, in particolare la Domenica e i festivi, vanificando i benefici che dovrebbero derivare dalle restrizioni in atto.

Peraltro, quando si sono dichiarate prioritarie alcune categorie di lavoratori ai fini della campagna di vaccinazione, non sono stati fatti rientrare i lavoratori del commercio che, proprio in virtù dell’attività essenziale che sono chiamati a svolgere anche durante i lockdown, sono tra i più esposti al rischio contagio.

Non è più rinviabile un intervento per la chiusura delle attività commerciali nelle domeniche e nei festivi e per l’anticipo dell’orario di chiusura dal lunedì al sabato.

In ogni caso la Filcams Cgil rimane qui,,, vigile, pronta e aspetta.

Noi non dimentichiamo….perchè …

NO….il Primo Maggio No!!…E’ la festa di tutti i lavoratori!!!

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI