E’ possibile presentare le domande per le nuove quote del Reddito di Emergenza

Dal 7 al 30 aprile
Tempo di lettura: 2 minuti

“Da oggi, 7 aprile, i cittadini e le famiglie maggiormente colpite dalla crisi economica generata dal Covid-19 potranno chiedere le nuove quote del Reddito di Emergenza che abbiamo previsto per i mesi di marzo, aprile e maggio.” Lo annuncia in una nota la deputata del M5S Marialucia Lorefice, presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, che approfondisce:

“Nel Decreto Sostegni abbiamo introdotto uno stanziamento di 1.5 miliardi di euro per prorogare questa misura, introdotta lo scorso anno dalla ex ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, a beneficio di tante persone che in questi mesi difficili hanno perso il lavoro, hanno dovuto chiudere la propria attività, hanno avuto difficoltà ad arrivare a fine mese.

La pandemia, purtroppo, ha acuito le disparità sociali, facendo salire il tasso di povertà soprattutto nelle regioni del Sud e nelle Isole, ma grazie al Reddito di Emergenza, unito al Reddito di Cittadinanza e ai ristori previsti, abbiamo cercato di alleviare i disagi e le preoccupazioni di tante famiglie. “

“A livello operativo – spiega Lorefice – si dovrà presentare domanda collegandosi presso il sito dell’INPS, autenticandosi con le proprie credenziali, oppure tramite i patronati. Dovrà ripresentare domanda anche chi ha usufruito del Rem nel 2020.

Come per lo scorso anno, l’ammontare di ciascuna quota Rem è compreso fra 400 e 800 euro, a seconda della numerosità del nucleo familiare e della presenza di componenti disabili o non autosufficienti.

Per venire ulteriormente incontro alle esigenze dei cittadini in difficoltà, nel Decreto Sostegni abbiamo previsto agevolazioni per i nuclei in affitto, ai quali l’ammontare del beneficio sarà aumentato di un dodicesimo del valore annuo di locazione. Ulteriore novità è la possibilità di richiedere il REm per i soggetti che hanno terminato le prestazioni di NASpI e DIS-COLL tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021, e che hanno un ISEE inferiore ai 30.000 euro.

Restano confermati come requisiti generali per richiedere il REM: residenza in Italia, ISEE non superiore ai 15.000 euro, valore del patrimonio mobiliare inferiore a 10.000 euro o fino a 20.000 euro per le famiglie con più componenti.

Non possono presentare domanda i percettori di altri benefici quali, ad esempio, il Reddito di Cittadinanza o le indennità una tantum previste dal Decreto Sostegni.

Ricordo ai nostri cittadini che c’è tempo per presentare domanda fino al 30 aprile prossimo.” Conclude la presidente.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI