Vittoria. Bando rigenerazione urbana. Proposte di Idea Liberale

Tempo di lettura: 2 minuti

“Intendiamo, come Idea Liberale, lanciare alcune proposte alla Commissione straordinaria ricollegandoci al bando che contempla l’arrivo di 8 miliardi e mezzo di euro per i comuni con oltre 15mila abitanti con riferimento alla Rigenerazione urbana. In particolare, per quanto riguarda il Comune di Vittoria, trattandosi di un centro con una popolazione compresa tra i 50mila e i 100mila abitanti, l’importo richiesto può arrivare sino a un massimo di dieci milioni di euro”. A dirlo è il presidente di Idea Liberale, Giuseppe Scuderi, che snocciola quali possono essere alcune delle proposte progettuali da collegare al bando in questione. “Deve trattarsi, comunque – spiega Scuderi – di opere da inserire nella programmazione annuale o triennale del nostro ente locale e rientrante nello strumento urbanistico comunale. Ritegno che, in prospettiva, si possa, intanto, programmare un’azione di riqualificazione per l’area di Cicchitto dove la presenza di plastica e altre sostanze inquinanti ha reso invivibile questo sito. Un altro elemento che potrebbe essere degno di considerazione ha a che vedere con la viabilità e, in particolare, con la sistemazione delle rotatorie che da decenni attendono di essere riqualificate, stante la presenza di jersey che avrebbe dovuto essere temporanea e che invece rischia di diventare definitiva, come quella di contrada Cicchitto, snodo importante che conduce al mercato ortofrutticolo. Un altro suggerimento ha a che vedere con le bambinopoli. Una potrebbe essere realizzata nella zona adiacente all’ospedale Guzzardi, all’interno di una vasta area limitrofa al nosocomio, così da rappresentare un significativo biglietto da visita per chi arriva in città dalla zona Fontana della pace. E, ancora, si potrebbe puntare alla riqualificazione complessiva di piazza del Popolo, attraverso un progetto che miri alla ripiantumazione di alberi più adatti al sito. Tra le idee che ci sono venute in mente, ma per cui occorre una progettazione specifica, anche quella relativa al lungomare di Scoglitti, naturalmente il completamento della parte che non sarà interessata dai lavori tuttora in corso. Invitiamo, dunque, la Commissione straordinaria a valutare queste proposte e ci rendiamo disponibili a un confronto aperto anche ad altre sensibilità cittadine per valutare quale potrebbe essere la strada migliore per centrare meglio i target del bando. Toccherà, poi, alla componente burocratica dell’ente di palazzo Iacono adoperarsi per trovare le migliori soluzioni rispetto alle idee che saranno lanciate”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI