Josè Sorbello è il nuovo presidente regionale Aiac

Tempo di lettura: 2 minuti

Josè Sorbello è il nuovo presidente regionale dell’Associazione Italiana Allenatori Calcio (Aiac). L’ex tecnico del Riposto, del Giarre, del Trecastagni, del Modica, argentino di nascita e giarrese di adozione, ha ottenuto 13 preferenze contro le 5 dell’altro candidato. A fare i complimenti a Sorbello è Daniele Vitale, presidente uscente dell’Aiac Ragusa. “E’ una figura che crede parecchio nella formazione dei tecnici e in questo nuovo percorso intrapreso – sottolinea Vitale – e sono certo che farà bene, anche e a maggior ragione in questa fase storica particolarmente delicata per gli allenatori, alla luce della grandissima crisi con cui tutti stanno facendo i conti a causa dell’emergenza sanitaria”. Allo stesso tempo, Vitale coglie l’occasione per augurare buon lavoro al suo successore, Eugenio Sena, nuovo presidente dell’Aiac Ragusa. “Anche in questo caso – afferma ancora Vitale – sono certo che non mancheranno i riscontri positivi, lungo il solco della strada già tracciata nel recente passato. Per quanto mi riguarda, spero di avere dato il massimo nel contesto di un ruolo così impegnativo. E sono certo che non mancheranno altre occasioni per fornire il mio contribuito alla crescita dello sport più bello del mondo, il calcio, a livello locale. Certo, ci siamo trovati a fronteggiare questa situazione difficile. Ma è chiaro che può essere l’occasione utile per riformare tutto il settore e fare in modo che lo stesso possa dare ancora più soddisfazioni che in passato”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI