Ragusa- Catania, c’è il nome del possibile commissario

Tempo di lettura: 2 minuti

“Ragusa-Catania, altro passo avanti: è stato individuato, con decreto del presidente del Consiglio Conte, in Raffaele Celia, responsabile nuove opere dell’area Centro di Anas, il possibile commissario che dovrà prendere in carico la realizzazione del progetto, atteso con ansia da grandi aree dell’area orientale della Sicilia. L’enorme accelerazione impressa a questa e a tante altre opere pubbliche siciliane dall’arrivo al ministero delle Infrastrutture del viceministro Giancarlo Cancelleri è sempre più evidente”.

Lo afferma, con soddisfazione, la deputata M5S all’Ars, Stefania Campo.

“Il nome di Celia, assieme a quelli per altre 58 opere strategiche in Italia, è ora al vaglio delle commissioni parlamentari competenti a Roma. Questo, in ogni caso, è uno step importante per un’opera che è certamente strategica non solo per il Ragusano ma per l’intera Sicilia. Sono molto contenta che, nonostante le note vicissitudini che ha attraversato il governo nazionale, l’iter che porterà all’avvio dei lavori non si sia interrotto, a dimostrazione che sono i cittadini e le loro esigenze l’interesse primario dell’esecutivo Conte. Da quando Cancelleri è approdato a Roma il progetto ha messo la quarta, superando diverse importanti fasi, tra le ultime il recepimento dei fondi necessari all’opera e la registrazione da parte della Corte dei Conti della delibera CIPE che ha sancito il cambio del soggetto attuatore dando il via libera al progetto definitivo”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI