In Tasmania il Covid-19 non ha mai attecchito.

Tempo di lettura: 2 minuti

Appurato che la spettacolare Tasmania, stato insulare dell’Australia, non ha registrato finora nemmeno un caso di Covid-19, al contrario nel New South Wales, lo stato più popoloso dell’Australia, i casi di infezione dopo i bagordi nelle spiagge durante le festività, sono in aumento. Il premier del NSW Gladys Berejiklian è corso ai ripari, chiudendo discoteche e night club, limitato l’accesso a piscine e palestre, matrimoni, funerali e luoghi di culto. Inoltre da oggi a chi non indosserà una mascherina sarà imposta una multa di circa 140 euro. Tuttavia il premier non ha potuto fare molto contro la cinque giorni di cricket in programma tra Australia e India, riuscendo a ridurre solo al 50% la capacità dei posti allo stadio. “Consideriamo la salute e la sicurezza prima di tutto, ma dobbiamo anche pensare al benessere, al lavoro e all’economia”, ha detto Berejiklian ai giornalisti.  “Imponendo queste nuove misure siamo fiduciosi di poter continuare ad aumentare e incoraggiare l’attività economica, dare fiducia alle imprese e ai posti di lavoro, ma anche, ovviamente, di tenere a bada il virus. Quello che ci preoccupa oltre al New South Galles è lo stato  Victoria, visto l’aumento dei contagi odierni”. Intanto la Tasmania, ha messo le mani avanti, vietando l’ingresso ai cittadini dei due stati summenzionati ma anche a quelli del Queensland, scoraggiando i tasmaniani a recarsi in Australia.

Il diavolo della Tasmania ha tenuto a bada il virus

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI