Don Cannata vicario foraneo del Vicariato Vittoria-Acate-Scoglitti

Tempo di lettura: 2 minuti
Don Salvatore Cannata è il nuovo vicario foraneo del Vicariato che comprende i territori di Vittoria, Acate e Scoglitti. Succede a don Mario Cascone che lo scorso 11 dicembre aveva rinunciato all’ufficio. La nomina porta la data dello scorso 14 dicembre e la firma di monsignor Carmelo Cuttitta. La nomina è maturata dopo una consultazione con i presbiteri di Vittoria, Acate e Scoglitti.
Don Salvatore Cannata, attualmente parroco nella parrocchia San Domenico Savio di Vittoria, ha già ricoperto l’incarico di vicario foraneo sia nel Vicariato di Chiaramonte, Monterosso e Giarratana che nel Vicariato di Ragusa. La sua nomina scadrà il 23 dicembre 2021, data che coincide con il completamento dell’attuale quinquennio.
Don Salvatore Cannata è stato ordinato presbitero il 24 maggio 1980. Ha conseguito la licenza in Teologia, con specializzazione in ecclesiologia, alla Facoltà Teologica di Sicilia, in Palermo.
Tra i suoi impegni pastorali, dopo essere stato parroco a Giarratana, nella parrocchia Maria SS. Annunziata e S. Giuseppe, è stato rettore del Seminario diocesano dal 2003 al 2008 e parroco della parrocchia S. Giuseppe Artigiano, in Ragusa. È stato direttore del Centro diocesano di pastorale giovanile e assistente del settore giovani di Azione Cattolica, nonché della Comunità “Eccomi manda me”. È stato anche membro del Consiglio presbiterale, della Commissione per gli ordini e i ministeri, del Collegio dei consultori, del gruppo dei parroci consultori.
© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI