Anteas Ragusa. Superare il modello Rsa anche nell’area iblea

"La pandemia ci ha fatto capire che non possiamo più aspettare"
Tempo di lettura: 2 minuti

“Il superamento del modello Rsa, con tutti i limiti portati all’evidenza dalla pandemia, non è prorogabile”. Lo afferma il presidente di Anteas Ragusa, Rocco Schininà, evidenziando alcune problematiche verificatesi anche nell’area iblea negli ultimi mesi, soprattutto durante il periodo del lockdown. Quale la soluzione? “La strada maestra – afferma Schininà – è quella di investire sulla famiglia, luogo fondamentale e insostituibile per potere allestire una domiciliarità “umana” degli anziani non autosufficienti, quale alternativa sostenibile alle residenze sanitarie. Come associazione, abbiamo offerto, in molti territori, a livello nazionale, un servizio di assistenza domiciliare leggera ma certamente le famiglie necessitano di risorse più importanti e strutturali per non dovere sostenere, in totale solitudine, l’intero peso, anche economico, dell’assistenza”. Anteas Ragusa evidenzia come “il tema del caregiver e delle famiglie “sandwich”, schiacciate tra problematiche dei figli adolescenti ed esigenze assistenziali dei genitori anziani, deve avere un’attenzione prioritaria nell’agenda politica delle varie istituzioni locali come perno di un nuovo welfare, traendo i giusti insegnamenti dall’esperienza drammatica che abbiamo vissuto”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI