Area cargo aeroporto Comiso. Sviluppo Ibleo chiede chiarimenti

"Quattro le manifestazioni d'interesse registrate"
Tempo di lettura: 2 minuti

“Sembra che l’avviso esplorativo per la ricerca di operatori economici interessati alla presentazione di manifestazioni di interesse finalizzate alla progettazione, realizzazione ed eventualmente alla gestione di un’area cargo al servizio dell’aeroporto di Comiso abbia prodotto già i primi risultati. Sarebbero, infatti, quattro le realtà interessate e, per il settantacinque per cento, tutte della provincia di Ragusa. Ci risultano, infatti, proposte provenienti da Comiso, da Modica, da Acate e da un gruppo maltese”. E’ quanto riferisce il presidente provinciale del Movimento politico Sviluppo Ibleo, Andrea La Rosa, a proposito di una questione che merita la massima attenzione e che diventa di cruciale importanza per la crescita del territorio, soprattutto quando sarà superata questa fase delicata della pandemia.
“Ci si muove per una crescita costante dell’aeroporto – continua La Rosa – e di questo va dato atto all’Amministrazione comunale di Comiso che lungo questa direzione si è mossa proponendo gli strumenti adeguati. Bisogna, però, secondo noi, tracciare un percorso che veda il territorio protagonista e il mondo imprenditoriale coinvolto. Allo stesso tempo si dovrà chiarire se il proponente che poi sarà prescelto diventerà concessionario diretto del Comune di Comiso per le aree di implementazione del cargo oppure no e se è e resterà proprietario delle infrastrutture fisse e mobili che dallo stesso saranno edificate o potenziate oppure no. Insomma, ci sono tutta una serie di questioni, prettamente di natura tecnica, che meritano, non appena l’iter arriverà alla fase da tutti auspicata, di essere chiarite a cominciare dalla durata della concessione e dal fatto di comprendere chi progetterà e costruirà il raccordo di collegamento diretto dalla pista al piazzale cargo, così come capire entro quanto tempo lo stesso sarà realizzato. Sono questioni che meritano attenzione, così come altre, che, ne sono certo, costituiranno occasione di confronto e che però devono mettere le società partecipanti nella condizione di potere comprendere in che modo la gestione dell’area cargo potrà avvenire senza alcun tipo di criticità. Sarà necessario, insomma, potere contare su tutti gli elementi che si rendono necessari per sviluppare un percorso adeguato e senza alcun tipo di ostacolo”.
La Rosa conclude: “Resta, in ogni caso valido, lo ribadiamo, il tipo di approccio portato avanti dall’Amministrazione comunale di Comiso che si sta scommettendo per attivare un progetto di cui si parla da tempo immemorabile e che, forse, adesso, davvero potrà vedere la luce. E’, dunque, da sottolineare lo sforzo che si sta compiendo e che è finalizzato a puntare su uno sviluppo economico sempre più sostenibile con le esigenze del nostro territorio”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI