Aiuti alle imprese iblee con i fondi ex Insicem

Piazza: "Le linee guida sono state scelte in piena autonomia dai Comuni"
Tempo di lettura: 2 minuti

“Sono passati tre mesi da quando ho deliberato le linee guida per gli aiuti alle imprese a valere sui fondi ex Insicem ma solo in questi giorni i Comuni stanno provvedendo ad emettere i relativi bandi e resto sorpreso di certe dichiarazioni che invocano la modifica delle linee guida. Sono criteri proposti dai sottoscrittori dell’accordo di programma di utilizzo dei fondi ex Insicem, che sono principalmente i sindaci dei 12 Comuni, e che sono stati proposti da loro stessi nelle due riunioni che abbiamo tenuto il 29 maggio e il 9 giugno scorsi. Quindi se qualcuno di loro ha cambiato idea, lo dica apertamente; ma non la rappresenti come una volontà del Libero Consorzio Comunale di Ragusa o di questo Commissario straordinario che ha accolto democraticamente e privilegiando la sinergia istituzionale, la proposta all’unanimità dei sindaci su come destinare gli aiuti alle imprese per l’emergenza Covid 19”.
Così il Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Salvatore Piazza, dopo gli incontri bilaterali che la Cna provinciale di Ragusa ha tenuto con i comuni di Ispica, Vittoria e in ultimo di Modica.
“La Cna in questi incontri bilaterali con i sindaci dei Comuni – aggiunge Piazza – continua a rappresentare una versione dei fatti non rispondenti al vero. I sottoscrittori dell’accordo di utilizzo dei fondi ex Insicem (i 12 sindaci iblei, il rappresentante della Camera di Commercio, dell’Irsap e del Libero Consorzio) hanno approvato all’unanimità il bando per gli aiuti alle imprese penalizzati soprattutto dall’emergenza del coronavirus. Il bando ha individuato due azioni da finanziare, secondo la proposta formulata da tutti i Comuni, dall’assessore allo Sviluppo Economico del comune di Ragusa, Giovanna Licitra, ovvero un fondo di rotazione per la capitalizzazione e un fondo per gli interventi in conto interesse. Se poi queste due azioni individuate non vanno più bene allora i sidnaci, invece di fare da sponda alle dichiarazioni della Cna, chiedano la convocazione di un nuovo tavolo e ridetermineremo le linee guida, altrimenti vadano avanti perché le imprese aspettano già da 3 mesi questi aiuti”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI