Il Ragusa calcio si impone sul Santa Croce nell’andata di Coppa

Tempo di lettura: 2 minuti

“E’ stata la nostra prima partita ufficiale. Senza giocare neppure un’amichevole. L’abbiamo affrontata con le aspettative di un’amichevole e posso dire che le cose positive sono state di più di quelle negative. E’ chiaro che c’è parecchio da lavorare. Ma questo Ragusa mi è piaciuto”. A dirlo è l’allenatore Filippo Raciti al termine della gara di andata del primo turno di Coppa che gli azzurri hanno sostenuto ieri pomeriggio al Kennedy di Santa Croce Camerina. Il Ragusa si è imposto con il risultato di 2-0 grazie alle reti segnate nel primo tempo da Andolina e da Porto. Poi, nella ripresa, il rigore sprecato da Furnò. In mezzo una girandola di occasioni da una parte e dall’altra. “Ma il risultato, lo avevo già detto prima – continua Raciti – per noi aveva un valore relativo. Vincere fa sempre bene. Ma in questa fase guardavamo soprattutto ad altro perché ricominciare dopo quasi sei mesi di stop non era facile. E diciamo che l’approccio mentale di tutto il gruppo è risultato molto positivo. Anche l’approccio alle partite è qualcosa che va allenato. Ecco perché si iniziano a disputare le amichevoli in periodo estivo. Quindi, possiamo dire che la cosa che più mi interessava era l’aspetto mentale. Siamo stati bravi, siamo entrati in campo decisi e dopo tutto questo tempo di stop è già tutto dire. Abbiamo, poi, messo in opera quello che avevamo provato per quanto riguarda l’aspetto tattico; per quanto concerne il piano atletico non avevo dubbi tranne che per il ritmo partita che si acquisisce con il tempo. In ogni caso, i sei undicesimi della squadra hanno retto per tutti e novanta i minuti. Certo, disputare un’amichevole è un discorso, essere impegnati in un match di Coppa o campionato è un altro. Quindi, faccio i miei complimenti ai ragazzi per come hanno gestito la gara”.

Tra le piacevoli sorprese, l’atteggiamento degli under, da Fichera a Mascara, passando per Cappello, che sono entrati nella mischia con un piglio e un decisionismo davvero ammirevole. Dice in proposito Raciti: “Per me non ci sono ragazzini o grandi, sono tutti alla stessa stregua. Siamo un gruppo e tutti abbiamo bisogno di tutti. Quindi, i “piccolini” si sono calati nella mentalità del gruppo, nella dimensione della partita. Bravi tutti”. Il presidente Giacomo Puma dice la sua: “Non era facile ripartire dopo questa lunga fase di fermo. Eppure, i ragazzi si sono fatti trovare pronti. Comunque, ci saranno presto altre novità perché la squadra ha bisogno, per quanto riguarda l’organico, di essere rafforzata in alcuni settori. E stiamo provvedendo. A breve faremo degli annunci”. Il match di ritorno del primo turno di Coppa Italia è in programma domenica 13 settembre allo stadio Aldo Campo di contrada Selvaggio.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI