PRG Modica, il Tar annulla decreto della Regione Sicilia

Tempo di lettura: 4 minuti

Il TAR ha annullato il decreto della Regione a seguito del ricorso di alcuni privati sul Piano Regolatore Generale di Modica. Secondo i magistrati amministrativi, infatti, per  le proprietà dei ricorrenti si applica la disciplina del piano originario per cui  quando queste erano state definite edificabili lo sono ridiventate. Il rimanente  territorio comunale resta la zona agricola voluta dalla Regione. Nel 2013 il  commissario ad acta, con propria delibera aveva  adottato il piano regolatore che fu  trasmesso  alla Regione per l’approvazione. Trascorso il termine di legge di 270 giorni, le norme dello strumento urbamistico  adottato ebbero la loro efficacia  tant’è che la giunta comunale di Modica  il  19 maggio 2017 ne prese atto. Con proprio decreto del 27 dicembre successivo, però,  il Dirigente Generale del Dipartimento Regionale dell’Urbanistica approvò definitivamente la variante generale del P.R.G. di Modica ma modificò sostanzialmente il piano adottato, destinando a zone E di verde agricolo tutte le zone aventi destinazione diversa da quelle A1, A2, A3, A4, B0, B1, Br1. Quasi tutte le aree destinate alla realizzazione di abitazioni, sia in città che nelle frazioni, tutte le aree previste per insediamenti commerciali ed artigianali e quasi tutte quelle funzionali alla realizzazione di opere pubbliche furono cancellate e sostituite da una immensa zona agricola, estesa sulla quasi totalità del territorio comunale. Inoltre, erano classificate agricole non solo le zone non ancora edificate, ma anche quelle già urbanizzate. Il  Pd, che ha annunciato sul proprio sito la sentenza del Tar con una nota, all’epoca denunciò il fatto che la Regione aveva espropriato il Comune del suo potere di disciplinare sul piano urbanistico il proprio territorio, danneggiando la Città.  Alcuni privati presentarono ricorso per gli effetti nefasti che il piano approvato dalla Regione comportava sulle loro proprietà.

 

 

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI