Lo sciclitano Salvatore Smiraglia nella sua opera “Sequenza 33”

Tempo di lettura: 2 minuti

L’invenzione di due potenti macchine minaccia l’evoluzione della storia. Un conflitto atavico di religioni irrompe minacciando gravi conseguenze per tutto il genere umano. A Dino Cinelli, sacerdote cattolico, acciaccato dalla vita e dagli eventi, viene demandato il compito di portare a termine una missione senza ritorno. Dovrà, insieme ai suoi compagni di viaggio, sventare un attacco alla più grande figura religiosa che l’umanità abbia conosciuto. Questa la trama dell’avvincente libro di Salvatore Smiraglia, originario di Scicli, dal titolo “Sequenza 33”.
Mai avrebbe pensato di divenire elargitore di fantasie e tantomeno autore di un libro. Attento e avido lettore di Dan Brown, Glenn Cooper, Ildefonso Falcones, Wilbur Smith, Ken Follett, Tom Clancy, Smiraglia ha iniziato ad immaginare una storia che ha poi tramato in certe notte insonni e nelle sue passeggiate nella campagna di Empoli dove ora risiede.
Sua sorgente creativa è stata anche la sua terra d’origine e in particolare la Festa del’Uomo vivo – U’ Gioia – che si svolge nel suo borgo natio. Con la sua prima esperienza narrativa, entra nel tema fantastico/mistico passando anche dal genere spy.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI