Ragusa. Presentato al Comune il progetto Connettiamo i margini

Riguardante gli interventi di potenziamento del patrimonio degli alloggi pubblici esistenti
Tempo di lettura: 2 minuti

L’Aula Consiliare del Comune di Ragusa ha ospitato stamane un incontro, promosso da IACP Ragusa e curato per il marketing e la comunicazione da Omnia Consulting, di presentazione del progetto “Connettiamo i margini” – da Ragusa a Ragusa Ibla riguardante gli interventi di potenziamento del patrimonio degli alloggi pubblici esistenti.
Il progetto fa parte dell’Azione 9.4.1 dell’Asse 9 del PO FESR Sicilia 2014/2020 che mira a promuovere il recupero di alloggi di proprietà pubblica dei comuni ed ex IACP per incrementare la disponibilità di alloggi sociali e servivi abitativi per categorie fragili per ragioni economiche e sociali.
I lavori sono stati introdotti dal sindaco Peppe Cassì che si è detto ben lieto di potere ospitare al Comune questo incontro utile a spiegare gli interventi di grande valenza sociale che saranno attuati sull’importante patrimonio immobiliare pubblico per la cui realizzazione il Comune di Ragusa ha messo a disposizione un proprio funzionario tecnico per la direzione dei lavori.
Ha preso quindi la parola il commissario straordinario IACP Ragusa Maurizio Maria Siracusa che ha fatto il punto sul progetto che consisterà nella realizzazione di 5 unità immobiliari in via Risorgimento / via Bosco a Ragusa ed altri interventi di ristrutturazione di immobili presenti a Ragusa Ibla e precisamente in via Velardo, Salita Castello e via Chiasso.
Antonio Lutri, direttore gererale IACP Ragusa, tra i relatori dell’incontro, ha parlato del modo in cui “Connettiamo i margini” vuole attuare interventi di rigenerazione urbana da considerare come punti di partenza per una ricucitura con il tessuto urbano esistente. A questo proposito ha preannunciato che entro settembre inizieranno i lavori di realizzazione di 5 unità immobiliari di via Risorgimento che comporteranno un investimento complessivo di € 1.500,000.
Di interesse del Comune a che siano portato avanti lavori di recupero di alloggi sociali per categorie fragili ha parlato anche l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Ragusa Gianni Giuffrida che ha confermato la disponibilità dell’Ente di fornire un supporto tecnico. L’assessore ha anche ricordato che nell’ambito di Agenda Urbana è stata prevista la realizzazione di 21 alloggi nel centro storico di Ragusa superiore ed ibla per un investimento complessivo di un milione e mezzo di euro.
Sono seguiti quindi gli interventi dell’architetto Giovanni La Lota, Rup dei progetti presentati, e dell’architetto Martina Bellomonte di Omnia consulting, che hanno esposto rispettivamente gli aspetti tecnici che porteranno alla esecuzione dei lavori e dell’attività di marketing e comunicazione svolta dalla società per presentare il progetto “Connettiamo i margini”.
Ai lavori odierni sono intervenuti i deputati regionali Stefania Campo del M5S e Nello Dipasquale del Pd.
L’On.le Campo nel suo intervento si è detta contenta della notizia appresa che servirà a realizzare e recuperare alloggi che non sono alla periferia della città ma all’interno del tessuto urbano nel cuore della città che verrà ulteriormente ripopolata. Il deputato diessino Dipasquale ha sottolineato quando sia importante sviluppare un’attenta azione politica che porti al potenziamento del patrimonio degli alloggi pubblici. Ha quindi auspicato che la riforma che il Governo regionale intende attuare sugli IACP non comporti un ritorno al passato.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI