Fondi in arrivo per Cava d’Ispica e per Torre Cabrera

Approvato il progetto per la messa in sicurezza del campanile della chiesa di Santa Caterina da Siena a Donnalucata
Tempo di lettura: 2 minuti

Subito i primi riscontri dopo la visita in provincia di Ragusa dell’assessore regionale ai Beni culturali della Regione Sicilia, Alberto Samonà, accompagnato dai dirigenti del dipartimento. E proprio il dirigente generale, Sergio Alessandro, ha firmato i due decreti con cui si stabilisce di erogare somme a favore della Torre Cabrera di Pozzallo e dell’area archeologica di Cava d’Ispica. “In particolare – sottolineano l’on. Orazio Ragusa e l’on. Nino Minardo nel dare l’annuncio dell’arrivo delle somme in questione – per l’area archeologica è stato riconfermato lo stanziamento di 6.058.290 euro mentre alla Torre Cabrera di Pozzallo arriveranno 81.501 euro. Nel primo caso, quindi per Cava d’Ispica, stiamo parlando della realizzazione di opere di riqualificazione e valorizzazione funzionale del sito per rendere lo stesso più attrattivo e in grado di rispondere alle esigenze di un turismo destinato a diventare sempre più importante. Nello specifico sono stati previsti lo stanziamento di 717.000 euro per l’esercizio finanziario 2020, di 2,5 milioni di euro per il 2021 e di 2,84 milioni per il 2022. La realizzazione dell’intervento è legato al programma operativo complementare di azione e coesione al Pon Cultura e Sviluppo 2014-2020 con ente beneficiario la Soprintendenza di Ragusa. Gli interventi riguardano la sistemazione dell’intero tracciato della Cava Ispica, dell’ingresso del parco con la creazione di ascensori per disabili, la realizzazione di un anfiteatro attiguo al Gymnasium per la produzione di eventi culturali e, ancora, il ripristino e la migliore fruizione di una parte degli scavi archeologici oltre dei sentieri”.

Per quanto riguarda l’altro bene monumentale della provincia di Ragusa, vale a dire la Torre Cabrera, le somme stanziate si rendono necessarie per il progetto di restauro e valorizzazione per la piena fruizione del complesso demaniale del palazzo che sorge a Pozzallo. Gli interventi sono ricavati nell’ambito della misura 6.7.1 del programma operativo Fesr Sicilia 2014/2020. E’ la quota parte del finanziamento di 4,3 milioni di euro già approvato negli anni scorsi e che, però, non potrà essere utilizzato senza l’effettuazione di questa indagine preliminare. “Sono risorse economiche attese – commentano l’on. Ragusa e l’on. Minardo – e che ci consentiranno di compiere un altro passo in avanti nell’ottica della piena fruizione e valorizzazione dell’antico sito che, anche in questo caso, potrà rappresentare un motivo di attrazione di notevole spessore per visitatori e turisti. Le prime opere erano già state realizzate. Ma ancora non basta. Ed ecco perché si rende necessaria una progettazione specifica che ci consentirà di accedere alle altre risorse economiche per garantire il pieno recupero della Torre Cabrera”.

In più, sempre l’on. Ragusa e l’on. Minardo precisano che, nei giorni scorsi, nel corso di una conferenza dei servizi, è stato approvato dalla Soprintendenza di Ragusa il progetto di 280.000 euro circa redatto dal dipartimento della Protezione civile per la messa in sicurezza del campanile della chiesa di Santa Caterina da Siena a Donnalucata, intervento atteso da circa 10 anni. “Un’altra risposta importante, dunque – concludono l’on. Ragusa e l’on. Minardo – per il territorio. Vogliamo ringraziare il soprintendente architetto Giorgio Battaglia per l’attenzione riservata al territorio così come è da sottolineare l’azione portata avanti nella valorizzazione dei beni monumentali dal Governo Musumeci che continueremo a stimolare in maniera propositiva per ottenere risultati di spessore come questi che abbiamo appena annunciato”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI