Omicidio stradale. Indagato un modicano. Via al processo

Tempo di lettura: 2 minuti
Al via davanti al Tribunale  di Ragusa,  il processo contro il  modicano C.G., accusato di omicidio stradale.  L’uomo il 25 agosto del 2018 investì  con la sua autovettura Fiat Grande Punto, la rumena Mihaela Sandu, che viaggiava alla guida di un’altra utilitaria. Dopo l’incidente il modicano si diede alla fuga. Secondo l’accusa,  l’imputato procedeva alla velocità di 111 km/h, superiore a quella consentita che era  di 90 km/h, omettendo di compiere tutte le manovre necessarie per arrestare il veicolo entro il suo campo di visibilità,  quando era giunto all’altezza del km 328+600 della S.S. 115, territorio di Ragusa. Nella circostanza urtava Mihael Sandu, che si trovava al centro della carreggiata, cagionandone un politrauma che ne determinava il decesso. Successivamente l’uomo si presentò spontaneamente per spiegare  i motivi per cui aveva proseguito la marcia 
 A quanto pare al momento del sinistro nonostante l’oscurità, la ragazza camminava tra le corsie riservate alla marcia dei veicoli  
C.G. è difeso dagli avvocati Giovanni Di Pasquale(foto)  e Alessandro Ingala. I parenti prossimi della donna si sono costituiti  parti civili e a seguito di ciò il Giudice ha ammesso la richiesta della difesa di chiamare l’assicurazione della Grande Punto, responsabile civile.  La prossima udienza  è fissata al 6 Novembre.
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI