Humanitas. Le cose belle prima si fanno e poi si pensano

Tempo di lettura: 2 minuti

Una famiglia di norma è formata da mamma, papà, un figlio, forse due, in casi eccezionali tre figli, se ce ne sono di più, casi rari, subito si tira qualche battuta. Beh la famiglia sembra molto ridotta ultimamente, è ormai è ridotto al minimo. Anche se ad oggi esistono anche altri tipi di famiglia, forse un po’ più ampia, che tra mille difficoltà educa, spera in un futuro per i figli e per quanti vengono accuditi.

Solo cose belle è un film uscito nel 2019 che racconta come le cose belle prima si fanno e poi si pensano. È un film dedicato all’attenzione per gli altri e al rispetto della diversità, e si ispira all’esperienza delle case famiglia.

Siamo nell’entroterra riminese. Solo cose belle racconta la storia di Benedetta, una ragazza sedicenne, figlia del sindaco del paese, che in un giorno come tanti altri viene a contatto con una bizzarra casa famiglia, che da poco era giunta in paese. La casa famiglia è molto stravagante, e soprattutto rumorosa. C’è un papà, una mamma, un immigrato, una ex-prostituta con la figlia piccola, un ragazzo in pena alternativa, due ragazzi con disabilità gravi e dulcis in fundo un figlio naturale.I protagonisti principali della storia sono Benedetta e Kevin. I due frequentano la stessa scuola, e Benedetta è invitata a dare una mano K, e così tra i due nasce una storia d’amore. Loro guidano lo spettatore dentro questa storia, un mondo ai margini alle volte poco conosciuto. In cui il giudizio esterno generalizza, marchiando tutti a fuoco come se fossero dei “sbagliati” o dei “difettosi”, dimenticandosi che in realtà sono esseri umani, persone come tutti.

 

La vita del paese scorre come sempre: balli, rise, lacrime, mormorii e tanto altro. Ad un tratto tutto sembra precipitare, e tutto quello che si è costruito di buono tra mille difficoltà sembra andare a rotoli. I singoli personaggi prendono delle scelte importanti, più o meno giuste, ma nulla potrà essere come prima.L’idea del film è nata dall’esperienza viva e reale di quello che sono realmente le case famiglia, una realtà che si va affermando per venire incontro alle esigenze di ragazzi e ragazze, giovani madri, migranti, e quanti vivono difficoltà importanti, al fine di dare un futuro migliore, una nuova speranza.

 

Il film “solo cose belle” si ispira all’esperienza dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, una realtà fondata da don Oreste Benzi nel 1968. L’impegno primario dell’Associazione è rivolto agli ultimi e agli emarginati. La pellicola aiuta vedere la bellezza e la ricchezza della realtà che ci circonda, è un film che legge gli aspetti più interessanti e attuali della nostra società. Gli autori del film vogliono essere il più possibile aderenti alla realtà, a punto tale, che i ruoli delle persone con disabilità sono realmente interpretati da persone disabili. La realtà presentata in poche ore, racconta una vita invisibile, che il più del volte viene messa a giudizio, da persone che non sanno come realmente vanno le cose, racconta la storia di donne e uomini che donano la propria vita a chiunque abbia bisogno di essere accolto, aiutato e amato ogni giorno: bambini, disabili, persone sole e abbandonate e anziani. Le case famiglia sono famiglie speciali, che affrontano il quotidiano come tutti. “Solo cose belle” è un film pienamente educativo, ti fa riflettere sull’accoglienza, sull’aiuto agli altri, sul donare la propria vita, sul crede in un ideale. Il tutto è fatto con leggerezza, non è una storia che appesantisce, anzi fa sorridere e in alcune scene è divertente, perché poi ci si rivede in uno dei personaggi. Un manifesto dedicato al valore delle differenze, alla lotta contro l’emarginazione e alla bellezza racchiusa nel superare la paura della diversità. Il film educa su tanti temi, ma soprattutto insegna ad affrontare la vita per quella che è senza avere pregiudizi.

 

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI