Ispica. Arena contro l”assessore Ignaccolo. “Accusa sessista”

 “Un insulto sgradevole e sessista. Nulla a che vedere con la ‘dialettica politica’ ma solo un modo misero di insultare un assessore di parte avversa, solo perché donna”. Il consigliere, Serafino Arena, questo lo ha fatto nei confronti dell’assessore comunale Mary Ignaccolo. definendola per ben due volte “velina”, durante il dibattito nell’aula virtuale del Consiglio comunale di Ispica, criticando L’ azione assessoriale. “Non è solo una mancanza di rispetto nei confronti dell’Istituzione che rappresentiamo sia io che lui, seppure in ‘ruoli’ diversi – lamenta l’amministratrice / ma è soprattutto una mancanza di rispetto verso il mio essere donna e mamma. Ci sono rimasta male, lo ammetto.  Ispica è una città civile, dove si azzera la differenza fra sessi, dove si è valutati per ciò che siamo e non certo perché facciamo parte dell’una o dell’altra metà del cielo. Invece, nell’anno del Signore 2020, c’è ancora chi per mettere nel mirino l’avversario politico, non esita ad indulgere ad un insulto sessista, discriminatorio e vergognosamente arcaico. Insulto ad una donna da cui hanno preso le distanze, sin da subito, i colleghi di schieramento del consigliere Arena sia pubblicamente che privatamente -e di questo li ringrazio-. Se questa è la considerazione che ha delle donne. Il consigliere Arena, direi che difficilmente gli si può prospettare la delega alle Pari Opportunità semmai un giorno (e spero mai) diventasse amministratore della nostra Ispica”.
Nella foto Mary Ignaccolo col sindaco Muraglie
© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI