Vandali in una scuola a Vittoria, la dirigente: “Azione vergognosa”

1
749

Vandali in azione nell’Istituto Comprensivo ‘Portella della Ginestra’ di Vittoria. Mentre la dirigente scolastica e il personale non docente erano impegnati a tappezzare di immagini di Falcone e Borsellino il quartiere della scuola, ignoti in pieno giorno facevano irruzione nei locali dell’istituto danneggiando porte, l’auditorium e il laboratorio linguistico.

“Un’azione deprecabile e vergognosa – dice la dirigente Daniela Mercante – ma non abbiamo ceduto allo sconforto. E ci siamo subito sbracciati per rimettere tutto a posto e gli operai del Comune sono intervenuti per le riparazioni urgenti. Siamo pronti per la giornata della legalità di oggi. I nostri alunni, le loro famiglie, hanno esposto dai loro balconi lenzuoli bianchi e banner con le frasi di Giovanni Falcone”.

“La Commissione straordinaria del comune di Vittoria condanna fortemente l’ulteriore gesto criminale ai danni dell’Istituto Comprensivo ‘Portella della Ginestra’. E’ un atto di una sottocultura pregna di violenza e di nessun rispetto per la scuola e le istituzioni”. Lo dice il Commissario Straordinario Filippo Dispenza, che ha reso noto di avere ricevuto la solidarietà del governo attraverso la ministra della Pubblica Istruzione Lucia Azzolina.

“Non è la prima volta, purtroppo, che la scuola Portella della Ginestra – aggiunge Dispenza – sia vittima di questi attacchi. In questo anno scolastico per ben 7 volte è stata vandalizzata. Chi ha messo in atto quest’azione non ha rispetto né verso sè stessi e né verso la propria comunità. La scuola è un’istituzione destinata all’educazione e all’istruzione dei giovani di Vittoria ed esprime un insieme di conoscenze, di valori e di regole, finalizzate alla formazione dei buoni cittadini e consente la creazione di un’identità culturale fondamentale per l’affermazione di valori necessari per società fondate sul rispetto reciproco, sul rispetto delle leggi e delle regole, sulla ricerca del bene comune. L’Istituto ‘Portella della Ginestra’, in questo momento particolare, causato dal Covid-19, per permettere ai propri studenti di seguire regolarmente le lezioni da casa, ha consegnato ai propri studenti 250 tablet e pc in comodato d’uso, garantendo pure anche la connettività informatica. E per mettere in sicurezza l’istituto – conclude Dispenza – con fondi del Dipartimento di Pubblica Sicurezza impianteremo nei prossimi giorni l’impianto di videosorveglianza. E’ la prima risposta che lo Stato dà a questo vile gesto, oltre ad avere la vicinanza della ministra alla Pubblica Istruzione Lucia Azzolina che mi ha manifestato la solidarietà del Governo”.

1 commento

  1. Cosa aspettarsi da giovani privi completamente di educazione….. Genitori completamente assenti, è addirittura peggio dei loro figli, che vanno ad aggredire gli insegnanti…..!! Troppo buonismo, invece ci vogliono punizioni esemplari!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

due × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.