Razza. Da lunedi ricoveri e prestazioni sanitarie ordinarie negli ospedali

Dopo un periodo di fermo, in arrivo novità che riguardano le prestazioni sanitarie. “Da lunedì 25 maggio si riprende perché i cittadini siciliani hanno bisogno di ricevere cure. Ripartiranno tutte le prestazioni chirurgiche, quelle ambulatoriali e gli screening, soprattutto quello oncologici. Tutto questo occorre farlo in sicurezza e con un protocollo preciso che abbiamo individuato”. A dichiararlo è l’Assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza.
Previsto anche obbligatoriamente il tampone nelle 48 ore che precedono il ricovero, test sierologici e accelerazione delle liste di attesa e percorsi differenziati negli ospedali.
“Le stesse regole delle strutture ospedaliere pubbliche valgono per quelle private: i Lea, livelli essenziali di assistenza, sono un diritto garantito dalla Costituzione – prosegue Razza -, annunciano anche che la Regione sta valutando di anticipare la campagna vaccinale contro l’influenza. Ciò in previsione di un’eventuale seconda ondata del virus”.
“E’ quasi sicuro – sottolinea l’assessore – che a ottobre il vaccino anti Covid non sarà pronto, quindi dobbiamo cercare di tutelare al massimo gli anziani e i soggetti fragili. Per questa ragione la vaccinazione contro l’influenza dovrebbe essere obbligatoria. L’influenza infatti potrebbe rendere più sensibile la diffusione del virus”.
Inoltre ci saranno “almeno 8 ospedali dedicati e 1.200 posti per malati Covid. Stiamo predisponendo un piano che eviti la regressione alla fase 1”, conclude Razza.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI