Furti con spaccata a Vittoria. Confesercenti chiede più controlli

“ Gli ennesimi episodi delinquenziali a Vittoria ripropongono con forza
la necessità di maggiori controlli da parte delle Forze dell’Ordine,
specie nelle ore notturne”. Lo dice Luigi Marchi, presidente di
Confesercenti Ragusa. “Il recente furto con spaccata – dice Marchi-
perpetrato con un’automobile usata come ariete contro la vetrina di un
negozio specializzato nella vendita di caffè, è indice del fatto che
l’emergenza sanitaria ha favorito l’aumento dei furti in città.
Un’emergenza nell’emergenza che rischia di fa aumentare in maniera
esponenziale gli episodi criminali visto che in tantissimi sono rimasti
senza un lavoro e le situazioni di povertà estreme sono sotto gli occhi
di tutti”.
“ Atti di vandalismo anche in due negozi vicini a quello di caffè preso di
mira due giorni fa, – dice Massimo Giudice, direttore di Confesercenti
Ragusa- si tratta di un negozio di telefonia e uno di abbigliamento.
Enorme è lo sforzo e il lavoro quotidiano svolto dalle Forze dell’Ordine in questo delicato momento storico che impone già una maggiore e
capillare presenza di uomini e mezzi impegnati a contrastare la
diffusione dei contagi da Covid- 19 e a segnalare comportamenti
scorretti ma se non si interviene tempestivamente si rischia di
danneggiare ulteriormente tantissime attività commerciali già messe
in ginocchio. Invitiamo ancora una volta, i cittadini – conclude Giudice –
a denunciare i furti che subiscono e a segnalare alle Forze dell’Ordine
qualsiasi episodio sospetto

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI