Combattere lo stress con la cannabis: benefici dell’olio al CBD

La nuova frontiera del benessere naturale per combattere ansia e stress proviene da una delle fonti più discusse di sempre, la cannabis.

Si chiama CBD ed è l’acronimo di Cannabidiolo, uno degli oltre 100 cannabinoidi presenti in natura nella pianta di Cannabis Sativa.

Il CBD è un principio attivo che, nonostante la triste fama della marijuana come stupefacente, non ha effetti psicotropi né causa danni di alcun tipo all’organismo.

Le alterazioni della mente sono causate, invece, da un altro elemento chiamato THC, per il quale la cannabis è stata sottoposta per lungo tempo a forte censura.

Oggi acquistare cannabis light è del tutto legale grazie alla scoperta degli effetti benefici del CBD per la cura di numerosi disturbi, ed esistono molte realtà dedicate alla vendita di prodotti specifici, come Justbob, un ecommerce dove trovare un’ampia scelta di prodotti al CBD.

Tra questi, l’olio al CBD è il prodotto che permette di apprezzare al meglio tutte le proprietà e i benefici offerti da questa “molecola del benessere”, in grado di infondere calma e controllo, contrastando gli effetti dello stress e dell’ansia.

Cos’è il CBD e come agisce sul corpo

Come accennato, il CBD è uno dei principi attivi contenuti naturalmente nella pianta di cannabis, in particolare nelle infiorescenze.

Si differenzia dal “fratello” THC sia per i reattori che è in grado di stimolare nell’organismo umano (quelli di tipo CB1) sia per gli effetti che provoca.

È stato dimostrato, infatti, che ilcannabidiolo non è un principio psicoattivo, cioè non ha effetti psicotropi, non interferisce con la psiche, non causa danni né provoca assuefazione ma, al contrario, ha mostrato di infondere parecchi effetti benefici e curativi.

La pianta di Cannabis Sativa nasce naturalmente con percentuali di CBD e THC molto basse ma studi di laboratorio hanno permesso l’ibridazione con diverse specie in modo da ottenere piante con contenuto di cannabinoidi maggiori.

In questo modo, una volta scoperte le proprietà benefiche del CBD, è stato creato un nuovo tipo di canapa con alto contenuto di questo cannabinoide e concentrazione quasi nulla di THC in modo che non interferisca negativamente, ed attualmente essa è l’unica specie che è possibile coltivare e commercializzare.

A differenza del THC che provoca alterazioni e amplifica gli stati d’ansia, il CBD è capace di interagire con i reattori della serotonina, l’ormone della felicità, regalando calma e benessere, capacità di affrontare meglio lo stress e ridurre notevolmente i livelli d’ansia.

Il modo più semplice per introdurre questo prezioso elemento nell’organismo è sottoforma di olio: bastano poche gocce per ritrovare la serenità.

Olio al CBD, alleato del benessere psicofisico

I ritmi frenetici della vita di tutti i giorni sono la principale causa dell’insorgere di disturbi legati all’ansia, lo stress e la depressione.

Secondo uno studio dell’Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico, risulta che ben il 79% degli italiani ha sperimentato condizioni di forte stress che sfociano in attacchi di panico e stati ansiosi.

Paradossalmente, sembrano essere sempre di più i giovani a soffrire di questi disturbi che, nel peggiore dei casi, possono portare a conseguenze ben più gravi.

Molti si affidano a metodi di auto-aiuto, alcuni si dedicano ad attività ricreative come hobby e sport che in alcuni casi non sortiscono l’effetto sperato ed alcuni hanno perfino provato ad affidarsi alla marijuana per cercare di rilassarsi, ottenendo l’effetto contrario dal momento che il THC interferisce negativamente sulla psiche.

Gli effetti benefici del CBD sull’uomo nella riduzione degli stati d’ansia sono stati dimostrati con diversi studi, uno dei quali condotto dall’Università di San Paolo in Brasile.

L’esperimento ha coinvolto due gruppi di persone, ad uno dei quali è stato somministrato  olio al CBD, all’altro gruppo invece è stata fornita una sostanza placebo. Ebbene, i pazienti del primo gruppo hanno fatto registrare una notevole riduzione dei disturbi ansiosi grazie agli effetti del CBD.

In questo senso, il CBD è diventato un valido supporto per insonnia, incubi e per il trattamento dei disturbi da stress post-traumatico, come testimoniano alcuni veterani dopo il rientro dalle missioni militari.

A quanto pare, quindi, l’olio al CBD è in grado di regolare la frequenza del battito cardiaco, calmare l’agitazione e controllare il pensiero negativo della mente.

Se, da un lato, aiuta ad infonde calma e tranquillità, dall’altro il CBD interagisce anche con i neurotrasmettitori della dopamina, responsabili degli stati di euforia e vitalità, con azione contrastante ai sintomi della depressione.

Può essere identificato, quindi, come un ottimo antidepressivo di origine naturale ed un valido aiuto contro le dipendenze, come quella del fumo ad esempio, in quanto è capace di  contrastare gli effetti negativi e gli sbalzi di umore tipici dell’astinenza.

Infine, sono ancora in corso studi scientifici più approfonditi sulla capacità del cannabidiolo di combattere patologie più complesse come la sclerosi multipla e i tumori.

Secondo una ricerca pubblicata sul British Journal of ClinicalPharmacologypare che, in alcuni casi in cui il CBD sia stato somministrato a pazienti malati di cancro, la diffusione delle cellule tumorali sia stata rallentata o arrestata.

 

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI