Monterosso Almo. Domenica in Albis. Festeggiata in tono minore

Ogni anno la domenica successiva alla celebrazione della Pasqua, nota come “ Domenica in Albis” è tradizione fare uscire la Madonna Addolorata per benedire le campagne circostanti al fine di propiziare per i mesi successivi un ottimo raccolto. Quest’anno per via delle restrizioni adottate per il Coronavirus non è stato possibile uscire in processione il simulacro di Maria Santissima Addolorata portato sul “baiardo” a spalla da decine di fedeli seguito dalla banda musicale e da centinai di persone. La statua dalla chiesa Madre infatti si sarebbe dovuta portare a “ Sant’Antonio ‘u Viecchiu” che rappresenta il luogo dove sorgeva l’antico abitato distrutto dal catastrofico terremoto del gennaio del 1693. La cerimonia religiosa si è svolta alle 10,45 vicino all’edicola presente a Sant’Antonio ‘u Viecchiu con la sola partecipazione dell’arciprete don Peppino Antoci, del diacono Giovanni Agostini e del sindaco Salvatore Pagano(vedi foto di stamane). Padre Antoci nel corso della predica ha ribadito che questo è un gesto di devozione verso la Beata Vergine Maria. Ha poi benedetto i campi ed il raccolto di quest’anno invocando la Madonna di proteggerci da ogni male in particolare dal Coronavirus che sta affliggendo l’intera popolazione non solo italiana ma anche mondiale. Che questo rito sia santificato dalla preghiera.

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI