Prefettura Ragusa. Emergenza Covid-19. Stretta sui controlli

0
1354

In relazione al prolungamento delle misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, recentemente adottato sull’intero territorio nazionale per prevenire e contrastare la diffusione del contagio, nell’ambito di recenti riunioni tecniche di coordinamento interforze presiedute dal Prefetto Filippina Cocuzza, sono state date precise indicazioni ai vertici delle Forze dell’Ordine affinché siano ulteriormente intensificati e rafforzati i controlli già proficuamente in atto sul territorio di tutta la provincia, con speciale riguardo agli spostamenti ingiustificati di persone e al rispetto delle disposizioni da parte degli esercizi commerciali.

I controlli saranno ancora più stringenti e non saranno ammesse deroghe se non giustificate dagli specifici motivi previsti dalle disposizioni vigenti, da riportarsi espressamente nelle apposite autodichiarazioni, che saranno sottoposte anche ad un controllo ex post sulla veridicità di quanto dichiarato.

In particolare, per il fine settimana, la Questura, con il concorso della Polizia Stradale, ha predisposto un ulteriore potenziamento della presenza di pattuglie sull’intera provincia, prevedendo circa cinquanta specifici servizi finalizzati a garantire il pieno rispetto della normativa sul contenimento della diffusione del Covid-19 e ad attuare un capillare controllo del territorio. Peraltro, anche nei giorni passati, i servizi espletati, oltre a consentire l’accertamento di numerosi illeciti penali ed amministrativi in materia, hanno permesso di conseguire preziosi risultati nella prevenzione e contrasto di altri reati tra i quali, in particolare, gli illeciti in materia di violenza domestica e maltrattamenti in famiglia che, in questo periodo, possono essere influenzati delle limitazioni degli spostamenti.

Anche i Carabinieri continueranno ad effettuare stringenti controlli sul territorio, oltre che nelle zone urbane e rurali, anche lungo la fascia costiera della provincia, allo scopo di prevenire e sanzionare gli spostamenti ingiustificati ma anche al fine di contrastare il fenomeno dei furti nelle abitazioni estive nonché ulteriori episodi delittuosi, quali lo spaccio di stupefacenti, servizi che, già programmati dal Comando Provinciale e proficuamente svolti nei giorni scorsi, saranno ulteriormente implementati.

Inoltre la Guardia di Finanza, anche per questo week end, ha programmato specifici servizi di controllo sul territorio per l’emergenza COVID – 19, con un articolato dispositivo attuato grazie al contributo delle pattuglie del Comando Provinciale, cui sono state affiancate unità navali della Sezione Operativa Navale di Pozzallo, per il controllo a mare, ed un elicottero della Sezione Aerea di Palermo per il supporto dall’alto.
L’attività di vigilanza, con riferimento ai peculiari compiti di polizia finanziaria, sarà indirizzata in particolare ad evitare speculazioni sui prezzi di vendita dei beni di prima necessità, garantendo un prezioso apporto per contrastare pratiche commerciali scorrette, mentre, più in generale, sarà espletata, oltre che sui centri urbani della provincia, anche sulle aree più vicine alla costa, dove i primi accenni di primavera potrebbero invogliare qualcuno ad uscire di casa, violando le limitazioni imposte agli spostamenti delle persone.
Finora, nonostante si registri un generale rispetto delle restrizioni, vengono tuttavia accertate violazioni delle norme emergenziali, seppure si tratti effettivamente di pochi casi isolati. In particolare, nella mattinata odierna, sono stati individuati dai servizi effettuati con l’elicottero della Guardia di Finanza, assembramenti di mezzi nelle località di Punta Braccetto e Sampieri, nonché alcuni individui sorpresi a spasso sulla spiaggia, immediatamente segnalati alle pattuglie per verificare la regolarità dei movimenti ed i motivi della presenza fuori casa.

Dall’inizio dell’emergenza al 3 aprile, le Forze di Polizia complessivamente hanno sottoposto a controllo 19.000 persone e quasi 8.000 esercizi commerciali, accertando circa 350 illeciti e contribuendo in maniera determinante al rispetto delle disposizioni urgenti adottate a tutela della salute dei cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

dodici + dieci =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.