Modica. Occupiamoci di… ai tempi del Coronavirus

Parlare, a tempo di Coronavirus, di ricerca di lavoro sembra veramente difficile, la nostra quotidianità è stata stravolta e stiamo vivendo da qualche settimana una battaglia da vincere insieme, il diritto alla salute ha senza dubbio la preminenza su tutto, il monito è chiaro: non dobbiamo uscire e chiudere “bottega” eppure c’è chi è contrario al blocco delle attività produttive al di là di quelle essenziali.
È inutile nasconderlo, quando ciò finirà dovremo affrontare una crisi economico-sociale di grande impatto la cui portata dipenderà dalla durata della pandemia di questi giorni, ma anche dalla capacità del Governo di mettere in atto politiche non solo a sostegno del reddito ma anche atte a sospendere il lavoro per evitare i licenziamenti che farebbero crescere ulteriormente la disoccupazione.
Diverse attività hanno chiuso quali bar, ristoranti, negozi di abbigliamento, ma anche gli operatori turistici si sono fermati, non ci sono nell’immediato pubblici esercizi che cercano personale, i disoccupati sembrano rassegnati eppure altre attività tengono bene quali i supermercati e le consegne a domicilio oltre alle attività farmaceutiche.
In questi giorni molte aziende si sono riorganizzate attraverso il Wi-Fi, ridefinendo gli spazi negli ambienti lavorativi, e nel momento che terminerà la “tempesta” sicuramente non tutto tornerà come prima, avranno trovato utile ridimensionare le sedi passando dagli uffici ampi e ben arredati a quelli più spartani.
La rivoluzione nella formazione on-line con lezioni in streaming e su piattaforma che consentono di trasmettere in diretta, lasceranno il passo a quelle tradizionali in presenza, anche se sappiamo che non sarà per tutti così; il boom delle vendite a domicilio creerà certamente un ridimensionamento del personale nei grandi centri commerciali che avranno sperimentato nuovi sistemi di distribuzione.
Nel settore del turismo, con il fermo di aerei e navi da crociera ancora per un bel po’, molti scopriranno località del Bel Paese che non avevano considerato evitando lunghi spostamenti, la vita casalinga di questi giorni abituerà nel prossimo futuro ancora di più le persone a rimanere sul proprio divano e davanti alla Tv e sempre meno si andrà al cinema, forse le chiese saranno sempre più vuote, in questi giorni ci si abitua alla sospensione delle Messe..
Le attività del gruppo Occupiamoci di…che si sono fermate dopo l’assemblea d’inizio mese così come i Tavoli di lavoro che tutti i mercoledì presso il salone della chiesa di S. Luca a Modica davano una mano ai disoccupati a consultare le ultime offerte di lavoro e a fare curriculum, anziché essere rinviati a termine della pandemia potrebbero continuare in modalità on-line, infatti i ragazzi del gruppo hanno mezzi e competenze per andare contro la mission del gruppo stesso che è quella di fare uscire da casa le persone per attivarsi nella ricerca del lavoro.
Sappiamo bene che nessun problema è per sempre e mantenere la propria fede, fiducia e consapevolezza che l’essere umano ha vissuto in passato momenti di questo tipo e lì ha sempre superati uscendone più forte di prima, deve far crescere la speranza in ognuno di noi di un futuro più organizzato; se cambieremo le nostre abitudini definitivamente da questa brutta esperienza siamo certi che nessun mezzo di comunicazione al mondo sostituirà lo sguardo di una persona o un abbraccio affettuoso fra amici, basta avere pazienza e attenerci alle regole e prendere di buono ciò che il momento ci sta insegnando.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI