Stagione politica. L’interveno di Reset Vittoria

“E’ vero, come diceva padre Beniamino Sacco nel novembre scorso, molto prima che scoppiasse l’emergenza sanitaria, che dobbiamo riprenderci la città. Ed è vero anche, aggiungo io, che dobbiamo farlo con il nostro orgoglio di essere vittoriesi”. Parola del segretario politico di Reset Vittoria, Alessandro Mugnas, che ha predisposto una sorta di manifesto politico per fare partecipare quante più persone sarà possibile alla vita politica, anche solo per tenersi informati su proposte e progetti messi in campo dai vari candidati, in vista delle amministrative del prossimo autunno. “Non considerando l’attuale momento che, comunque, riguarda tutta l’Italia – spiega Mugnas – Vittoria la possiamo considerare la città delle primizie d’eccellenza, del primo mercato ortofrutticolo alla produzione d’Italia, di giovani imprenditori che si scommettono ogni giorno, del Cerasuolo, del Liberty, di un teatro stupendo chiuso per motivi discutibilissimi, e ancora dei musei, della movida del centro storico e di Scoglitti, quest’ultimo uno dei borghi marinari più belli della Sicilia che, purtroppo, non è curato come si dovrebbe. Ma Vittoria è anche la città dell’enogastronomia, di artisti noti anche all’estero oltre che di distintive peculiarità che ne fanno da sempre una grande realtà urbana. Ecco perché occorre andare, secondo noi, al passo con i tempi e dare a questa città ciò che merita”. Cosa significa? “Serve – continua Mugnas – un’alternativa al passato remoto ma anche a chi l’ha ingannata servendosi di slogan, facendola inciampare in una buca che l’ha segnata in modo molto grave. Siamo stanchi di sentire urlare, accusare e diffamare quando, poi, tutti si ricongiungono assieme appassionatamente, come se nulla fosse accaduto. La città vuole vedere la politica del fare, che non sta a guardare, che non si ferma davanti a nulla quando si tratta di aiutare il territorio e il prossimo. Vittoria si è appassita. E ora ha bisogno di rinascere con nuovi volti, progetti e idee che vadano di pari passo con una generazione che non si arrende e che vuole adoperarsi per unire il popolo senza creare divisioni di categoria o fomentare luoghi comuni. Questa è la politica. E su questa baseremo, nei prossimi mesi, ancora di più che in passato, la nostra attività”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI