Il Ragusa calcio domani ospita l’ostico Carlentini

0
295

Il Ragusa Calcio 1949 torna a giocare domani in casa. Allo stadio Aldo Campo di contrada Selvaggio (inizio match ore 15) arriva un Carlentini che è rinfrancato dal fatto di essere sempre rimasto in partita, nella maggior parte dei casi per buona parte del match, con tutte le grandi del torneo. Gli azzurri, quindi, sanno che si troveranno di fronte un avversario molto motivato e che cercherà di migliorare la propria posizione in classifica nel girone B del campionato di Eccellenza. “Ma noi – afferma l’allenatore delle aquile iblee, Alessandro Settineri – dovremo essere bravi a non lasciarci sorprendere. Sì, è vero, c’è attesa per questo match casalingo ma soprattutto attesa per il prosieguo della nostra stagione. E’ importante che si affronti questo impegno con il piglio giusto visto che stiamo parlando di un avversario, il Carlentini, da prendere con le pinze. E’ una compagine molto compatta così come ha dimostrato in ogni partita sostenuta, dando filo da torcere a tutti”. “Noi – continua mister Settineri – abbiamo cercato di recuperare tutta una serie di acciaccati. Non abbiamo una rosa così ampia per cui dobbiamo essere bravi a centellinare il minutaggio di alcuni. E’ vero, però, che la gara di domani sarà uno snodo importante anche perché dipende da noi il nostro percorso futuro e dobbiamo cercare di affrontarlo nel miglior modo possibile. Come diciamo da sempre, è giusto confrontarsi in qualsiasi situazione. Lo faremo anche domani con il Carlentini. Mi auguro che ci sia una cornice di pubblico maggiore rispetto al passato perché questi ragazzi la meritano. Puntiamo a qualcosa di bello che deve riguardare tutta la città. Gli sportivi, e non solo, devono coltivare il senso di appartenenza a questa maglia. Perché tutti assieme si possa perseguire nella maniera migliore quello che è un bel sogno, un obiettivo che sarebbe gratificante per l’intera comunità ragusana”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

9 + 16 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.