Calcio Giovanile. Modica Airone vince a Gela, perde col Ragusa

0
527

Due gare tanto diverse quando simili quelle giocate dalle due compagini del Modica Airone. Gli
Allievi da una parte, con la vittoria per 1-2 in casa della Giovanile Gela, e i Giovanissimi dall’altra, con la sconfitta casalinga contro la Game Sport Ragusa. Risultati opposti e prestazioni simili, entrambe due gare sofferte e in bilico fino agli sgoccioli.
Gli Allievi, di scena Sabato pomeriggio, in quel di Gela, in contrano il fanalino di coda, ma
capiscono sin dalle prime battute di aver cantato presto vittoria ed aver abbassato la guardia in modo pericoloso nei primi minuti di gara. I ragazzi, guidati da Tona, attaccano sin dal primo
minuto, ma si dimostrano distratti e poco cinici, così da subire il gol dello svantaggio, con il tiro di Rodoti che si infila in rete. All’intervallo la voce del mister si fa sentire, la voglia di far cambiare rotta ai propri ragazzi, di spronarli ad essere quelli di sempre, quelli che, attualmente occupano il secondo posto in classifica. Nella ripresa la gara si dimostra per quella che dava l’impressione di essere già nel primo tempo, una partita maschia, combattuta e ricca di cartellini. Da annotare quello indirizzato a Figura che lascia i modicani in 10. Mossa importante quella del mister che sposta Fronterrè nella mediana, proprio il difensore e capitano agguanta il pareggio con un bel tiro dalla distanza. Nei minuti finali, al 46’ per la precisione, arriva un pallone in mezzo che Spitale impatta benissimo, il pallone si stampa sulla traversa bassa e rimbalza in rete regalando i tre punti agli ospiti.
Per i Giovanissimi gara simile, maschia e combattuta. Le imprecisioni la fanno da padrona, con i padroni di casa che provano ad attaccare ma non riescono a trovare una buona sistemazione in campo. Attaccanti troppo soli e difesa troppo molle, sulle fasce c’è poca spinta e al centro regna la confusione per larghi tratti della partita. Il gol del vantaggio ospite arriva da una punizione di Tomasello calciata in mezzo, di testa svetta su di tutti Tumino che la mette dentro, un gol arrivato da una certa confusione in mezzo all’area, con i difensori di casa in bambola e poco concentrati.
La gara prosegue ad alti ritmi e arrivano occasioni anche per Cicero e Burletti, ma i due giovani attaccanti non trovano, spesso la porta. Nella ripresa mister Rappocciolo cambia tutto, decide di riportare Sammito al suo ruolo originario, in mezzo all’attacco, proprio quest’ultimo crea parecchi grattacapi alla difesa avversaria insieme ai due compagni di reparto sopra citati. La palla non sembra voler entrare, ma la squadra di casa c’è, è viva, e vuole portare a casa il pareggio contro la prima della classe. Nel finale una punizione dal limite sembra l’occasione giusta, questa, però, non viene sfruttata e gli ospiti ripartono in contropiede, chiudendo la gara con Tomasello che la mette dentro solo contro l’incolpevole Celestre.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

14 − 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.