Dimensionamento scolastico. Le idee di 100 Passi per Modica

0
553

“La lettera pubblica del Dirigente Carrubba, al netto di talune considerazioni a noi estranee, perché evidentemente legate ai rapporti dello stesso Dirigente con il mondo sindacale, chiarisce che le scelte dell’amministrazione, in materia di dimensionamento scolastico, non sono affatto motivate dalla volontà di creare un Istituto unico di Modica Alta, per il semplice fatto che, come confermato dal Dirigente Scolastico, il plesso di Santa Teresa rimane, nella proposta dell’amministrazione pro tempore, accorpato all’Istituto “Carlo Amore” di Frigintini.
Ciononostante, qualcuno continua una politica di strumentalizzazione dell’argomento, in danno di tanti genitori in buona fede, proprio attraverso la falsa tesi della “unità territoriale” (che peraltro sembra pervasa e fomentata da inutile campanilismo rionale)”. Lo rlleva il portavoce del movimento 100 Passi per Modica, Antonio Ruta, il quale ribadisce  il concetto politico già espresso in precedenza. “In sostanza – spiega – lo spopolamento del centro storico (Modica Alta e Modica Bassa), aggravato anche da talune scelte “intrattenimentocratiche” dell’amministrazione pro tempore, è la causa principale dello spopolamento scolastico degli istituti del centro storico.   Il problema della residenzialità nel centro storico è, quindi, il vero tema che la classe dirigente cittadina deve affrontare, subito, attraverso azioni concrete che rendano più abitabile questo quartiere (sia Modica Alta che Modica Bassa) e meglio servito, anche attraverso l’incentivazione delle attività commerciali “tradizionali” e sostenendo positivamente le giovani coppie che decidano di intraprendere la loro vita familiare nel centro storico.  Allo stato, e fino a quando non saranno presi provvedimenti per arginare il fenomeno dello spopolamento del quartiere antico, non porre alcuna modifica sulla composizione delle scuole, per non mettere in discussione l’offerta formativa e i posti di lavoro esistenti”.
In alternativa, anche solo per un periodo limitato, Ruta propone di valutare l’idea di un Istituto Comprensivo unico del centro storico, composto dalle scuole di Modica Alta e di Modica Bassa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

8 − uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.