Comiso. Il Sindaco incontra la comunità maghrebina

In piazza, insieme, ad affermare come a Comiso siamo tutti concittadini impegnati a far crescere la nostra città, a prescindere da ogni cosa. Senza differenze e in perfetta integrazione. L’incontro pubblico, è stato organizzato dalla comunità Islamica, rappresentata da Zouhair Amor. “A Comiso l’integrazione non è un’utopia”. Dichiarazioni del Sindaco, Maria Rita Schembari.
“Io non faccio distinzioni fra i miei concittadini sulla base di idee politiche, credo religioso o provenienza: avevo promesso che sarei stata il sindaco di tutti gli abitanti di Comiso, dei cittadini di buona volontà e cerco il più possibile di assomigliare a questo ideale – ha spiegato il Sindaco – .A Comiso, città in cui tradizionalmente l’immigrazione dal Maghreb è avvenuta per nuclei familiari, l’integrazione non è una utopia: l’integrazione è avvenuta nei fatti, giorno per giorno, tra i banchi di scuola, tra vicini di casa. E nessuna tensione vorrei che sconvolgesse mai questa pacifica e costruttiva convivenza, voluta per altro anche dai nostri concittadini maghrebini che ci chiedono spesso di essere trattati e considerati come tutti i cittadini di Comiso, nel bene e nel male. Ringrazio il signor Zouhair Amor che mi ha fatto, telefonandomi, l’invito più bello che io abbia ricevuto mai. “Sindaco, se lei ci sarà, mi farà felice, ma se la metto in difficoltà e lei non potesse partecipare, io sarò felice lo stesso!” Dovevo esserci! Ringrazio anche – ha concluso Maria Rita Schembari – tutti i consiglieri presenti”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI