Biometano a Modica. L’Azienda: “Gravi accuse di Ammatuna”

13
2325
Apprendiamo con stupore delle dichiarazioni  di Roberto Ammatuna, sindaco di Pozzallo, riguardo presunti “odori nauseabondi” che proverranno, in futuro, dall’impianto da realizzarsi in contrada Bellamagna Zimmardo.   Ammatuna ha, persino, fatto riferimento a “norme violate” nell’ambito dell’iter autorizzativo che la nostra società ha intrapreso, negli ultimi cinque anni, per realizzare, per la prima volta nel Sud-est siciliano, un innovativo presidio agricolo di produzione di biometano sostenibile, senza l’utilizzo di rifiuti”. Lo affermano i responsabili della società Biometano ibleo, promotrice della realizzazione di un impianto di produzione di biometano da scarti dell’agricoltura nel Comune di Modica, che ritiene trovarsi dinanzi  gravi  affermazioni, rese peraltro “in un momento in cui le legittime aspettative della comunità di Pozzallo meriterebbero risposte di responsabilità e buon senso, la nostra società è pronta ad adire le vie legali”.  “Ammatuna – reagisce la società – potrà così dimostrare dinanzi a un tribunale la veridicità dei suoi convincimenti, portando all’attenzione della giustizia gli elementi che comproveranno l’avvenuta violazione di leggi, da lui sostenuta a mezzo stampa”. 
 
La “Biometano ibleo” ribadisce quanto confermato, da ultimo nella sede del Parlamento siciliano, dai massimi vertici di Asp e Arpa: l’impianto di contrada Bellamagna Zimmardo non presenta margini di rischio per la salute dei cittadini di Modica e Pozzallo e, una volta realizzato, rappresenterà un moderno polo agricolo che difenderà la provincia di Ragusa dall’inquinamento connesso all’illegale, quello sì, smaltimento dei sottoprodotti dell’agricoltura, non il contrario».
 
 

13 Commenti

  1. Talè ca avissimu macari a ringraziare stu Biometano Ibleo!
    dagli scarti zooagricoli profumi inebrianti e fragranze delle Indie orientali…
    oltre alla grande bellezza dell’Architettura del paesaggio…in Bellamagna.
    Per tutto questo grazie!

  2. La risposta per il Sindaco di Pozzallo o per tutti gli scettici, basta chiedere di andare anche a spese della ditta dove sono allocati gli altri impianti in Italia e fare visita.

  3. «Sono due i tipi di inquinamento legati al biogas: inquinamento delle falde acquifere e inquinamento dell’aria (fumi e cattivi odori) nei pressi degli impianti di biogas. – spiega l’ingegnere Massimiliano Sassi, esperto di sicurezza ed energie rinnovabili – Questi problemi si sono presentati sia all’estero sia in Italia, e sono dovuti in genere alla manutenzione dell’impianto curata con superficialità o a difetti costruttivi, soprattutto in Italia. Infatti, molte volte questi impianti sono stati costruiti in gran fretta per rientrare nei tempi richiesti dalle pratiche di incentivazione».

    Interessante notare che mentre negli impianti fotovoltaici i danni sono legati agli imprenditori, che subiscono direttamente le conseguenze economiche del danno (es. incendio) nel caso del biogas i problemi diventano della collettività e del territorio circostante l’impianto.

    Fonte:
    https://it.businessinsider.com/il-lato-oscuro-del-biogas-tra-difetti-di-costruzione-degli-impianti-e-poca-manutenzione/

  4. Sa il sindaco di Pozzallo avesse compreso sin da subito la notevole portata di questo impianto e avesse avuto l’accortezza di avvisare la cittadinanza non saremmo a questo punto.
    Sta cavalcando e bene la protesta di tanti cittadini che credevano di essere ben tutelati dal primo cittadino.. e invece..
    Ora siamo nel momento di tanti commenti affidati a tanti tecnici e scienziati che vivono altrove e che fra qualche giorno diranno pure che questo impianto è meta turistica

  5. @Saru, da quanto si evince da questa vicenda, negli ultimi cinque anni è stata l’amministrazione modicana che non ha fatto trapelare nulla; l’iter burocratico per l’approvazione del progetto è andato avanti senza che il comune cittadino ne sapesse nulla.
    L’impianto dovrebbe sorgere in territorio di Modica, ma di fatto a ridosso del centro abitato di Pozzallo e il Sindaco giustamente sta svolgendo bene il suo ruolo nel garantire la sicurezza e la buona vivibilità dei suoi cittadini.
    Quindi la spirtizia in questo caso è provenuta da Modica…

  6. C’è qualcosa che non va nella comunicazione….

    Se il sindaco di Modica avesse avuto l’accortezza di avvisare la cittadinanza in merito alla la notevole portata di questo impianto non saremmo a questo punto. Credevano di essere ben tutelati dal primo cittadino.. e invece…
    Ora siamo nel momento di tanti commenti affidati a tanti tecnici e scienziati che vivono altrove e che fra qualche giorno diranno pure che questo impianto è meta turistica”.

    Il sindaco di Pozzallo sta cavalcando e bene la protesta di tanti cittadini che si informano, leggono e pensano con la loro testa

  7. Credo sia giusto anche conoscere i vantaggi del biometano.

    Tratto da: Federmetano.

    – è una fonte energetica rinnovabile e programmabile;
    – contribuisce alla riduzione dell’emissione gas serra (azzeramento della CO2 emessa);
    – sostiene il rilancio e sviluppo per il settore agricolo coinvolto;
    – promuove la valorizzazione energetica dei rifiuti organici;
    – ottimo esempio di economia circolare e sostenibilità ambientale;
    – permette investimenti per il settore industriale coinvolto nella produzione e realizzazione di impianti biogas/biometano;
    – riduzione della dipendenza energetica dall’estero e lo sviluppo della filiera corta;
    – è fonte energetica immediatamente disponibile e fruibile attraverso la rete distributiva di gas naturale diffusa, affidabile e consolidata in un mercato già pronto e in espansione;
    – è trasportabile, nel caso di eccessiva distanza tra la rete dei metanodotti e gli impianti di produzione di biometano.

    Quindi bando alle chiacchiere.

  8. Carissimo lettura185, tutto giusto. Quindi facciamolo subito. A quali chiacchere si riferisce?
    https://luce-gas.it/guida/rinnovabili/biogas#incentivi

    PRO:
    #Flessibile
    è usato per la produzione di energia elettrica, di calore, come carburante nei trasporti e il biometano può essere immesso nella rete nazionale di distribuzione del gas.

    #Fonte rinnovabile e programmabile
    contribuisce alla riduzione delle emissioni ed è assimilabile al gas naturale.

    #Sostenibile:
    sfrutta, smaltisce e converte materie di scarto altrimenti destinate in discarica.
    Incentivi: come fonte rinnovabile gode degli incentivi, gestiti dal GSE, sotto forma di ricompensa economica per la produzione di energia elettrica.

    #Economia circolare:
    lo scarto diventa risorsa, migliorando la sostenibilità ambientale della filiera e incrementando il reddito degli agricoltori.

    _______________

    CONTRO:

    #Impatto ambientale:
    impianti di produzione sono rumorosi e maleodoranti con un impatto non indifferente sul paesaggio.

    #Consumo di suolo agricolo:
    occupato dall’impianto e per la coltivazione dedicata da usare direttamente nei digestori; il mais ad esempio ha una resa altissima e è stato prodotto in modo intensivo solo per gli impianti a gas (con uso di concimi chimici e moltissima acqua).

    #Inquinamento ambientale:
    se l’impianto non è ben gestito e non viene fatta una corretta manutenzione c’è il rischio di sversamenti, contaminazioni e dispersioni di gas che possono inquinare le falde acquifere o l’aria con fumi e cattivi odori.

  9. X Perplesso.

    Le chiacchiere a cui mi riferisco sono la mia impressione di livore di certe prese di posizione contro un’Azienda privata modicana che vuole investire, creare ricchezza e posti di lavoro e la percezione che mi danno contro Modica stessa (se non sono chiaro me ne scuso).
    In ogni caso mi permetto di postare il link di un articolo che a mio modesto parere vale la pena di leggere:

    Gas: il biometano non decolla

    https://www.firstonline.info/gas-il-biometano-non-decolla/

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

4 × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.