L’evento al Castello dei Conti di Modica. Riceviamo e pubblichiamo

12
3564

Con riferimento all’evento tenutosi presso il Castello dei Conti di Modica lo scorso 5 gennaio 2020, qualche parola per fare chiarezza su quanto accaduto.
Premetto che sono nato e cresciuto a Modica, sono Amministratore Delegato, nonché socio unico di B&T Management S.r.l., azienda leader nel settore dell’organizzazione di eventi con sede legale ed operativa a Modica dove si trova la nostra principale sede con 14 dipendenti. Ci rivolgiamo a clientela corporate, quindi grandi società per lo più americane del settore Bancario, Assicurativo, Consulenza e Farmaceutica
Ho fondato questa azienda circa 10 anni fa dopo aver accumulato oltre 15 anni di esperienza di senior management nelle maggiori catene alberghiere internazionali tra cui Hilton e Starwood; inoltre dal 2015 al 2018 ho ricoperto l’incarico di Vice President Business Development per l’Europa, Africa e Medio Oriente per la più importante azienda al mondo nel settore degli eventi, HelmsBriscoe.
Nutro da sempre profondo amore per il mio territorio di origine, in particolare per Modica e desideravo da tempo includerla tra le destinazioni da promuovere per Eventi Corporate, ma non avendo esperienze precedenti era necessario verificare la logistica della città, la qualità dei fornitori locali, i mezzi di trasporto disponibili e identificare una location all’altezza di un evento complesso.
La festa per il mio compleanno mi ha offerto l’opportunità per fare questo test mettendo a punto una vera e propria analisi di fattibilità da proporre in futuro ai nostri clienti.
Ho proposto pertanto questo progetto all’ Amministrazione Comunale che ha, da subito, lucidamente colto l’opportunità e si è resa disponibile a collaborare mettendo a disposizione gli spazi del Castello, posto che non vi sarebbe stato alcun onere per il Comune.
Infatti, la mia azienda, la B&T Management, si è fatta interamente carico di:
• ispezioni e sopralluoghi, analisi di fattibilità con tecnici di fiducia
• Pulizie dei locali, prima, durante e dopo l’evento
• Piano di Sicurezza e verifica di tutti i fornitori coinvolti, la loro regolarità e l’utilizzo
di soli strumenti a norma di legge (Risk Management Assessment)
• Servizio di Security con personale professionale dedicato distribuito nei punti
strategici della location
• Autonomia Elettrica tramite noleggio di un gruppo elettrogeno ad alta capacità
• Sistema di riscaldamento autonomo con impiego di cannoni ad aria calda e stufe
per interni
• tutela e protezione degli spazi e arredi del Castello con adeguati sistemi di
protezione durante l’evento
• Illuminazione degli interni ed esterni del Castello

• Mezzo di trasporto per gli ospiti con servizio Navetta tra Castello e il principale parcheggio nei pressi del centro storico in zona baricentro con lo scopo di limitare al massimo problemi per viabilita’/parcheggio.
All’evento hanno partecipato ospiti da tutt’ Italia e dal mondo fra cui decision makers di importanti società italiane e americane con un forte potenziale nel settore degli Eventi e importanti operatori nel settore del turismo, della moda e della comunicazione.
Questi ospiti hanno pernottato tutti a Modica: abbiamo organizzato per loro tre giorni di attività che hanno compreso visite culturali e tour eno-gastronomico per far esplorare il territorio e sorprenderli con le sue bellezze. Tutti gli ospiti sono rimasti entusiasti e colpiti nel partecipare ad un evento in una città ad oggi lontana dai circuiti più noti.
A detta di molti la serata è stato un grande successo: sono grato al team della mia azienda, un gruppo di giovani e brillanti professionisti che ha pianificato la serata con grande attenzione e cura del dettaglio
Mi rammarico per quanto letto negli ultimi giorni ma mi rendo conto che possano essere insorti malintesi per un difetto di comunicazione e mi scuso se qualcosa in questo senso da parte nostra è mancato.
Vorrei sinceramente ringraziare l’amministrazione comunale per la disponibilità e lo spirito di collaborazione dimostrata, tutti i fornitori locali che si sono ampiamente dimostrati capaci di supportare un evento del genere.
Chiudo con un’auspicio: che possa emergere fra tutti un fattivo spirito di collaborazione con lo scopo di promuovere lo sviluppo della nostra città.
Non c’è tempo per perdere tempo. Grazie, un caro saluto.
Stefano Giaquinta

12 Commenti

  1. Stai praticamente confermando che era una festa di compleanno, festa di Vip, ma sempre festa di compleanno.
    Grazie

  2. Dopo aver letto il suo kilometrico e prestigioso curriculum mai mi sarei aspettato la seguente affermazione ” mi rendo conto che possano essere insorti malintesi per un difetto di comunicazione “.Cmq complimenti per la bella e riuscita festa del suo compleanno .

  3. Tutto molto bello e veri complimenti per il curriculum. Ciò non esula dal fatto che non è stata chiesta in prestito una casa ad un amico, o una struttura privata costruita o ristrutturata con fondi privati; le modalità di richiesta dovevano forse essere più “lucidamente” appropriate? Forse sì …e a conferma di ciò il (non) regolamento redatto in fretta e furia dal consiglio comunale a posteriori?
    Comunque onore per averci messo la faccia ed il tentativo di svincolare qualche responsabilità di questa proprio non “lucidamente” (!?) situazione

  4. Apprezzo i chiarimenti del Sig Sig GIaquinta, ma manca un dettaglio. Il Sig ha pagato per l’uso del castello?

  5. Nessun problema. Adesso con la delibera di giunta, emanata in fretta e furia dopo il fattaccio, il Castello dei Conti (sarebbe meglio chiamarlo il Castello del Conte) sarà disponibile gratuitamente per i party personali di tutti i cittadini modicani. Pertanto i modicani gioiscano per l’opportunità che gli viene data.
    Questa una faccia della medaglia, dall’altra parte dovrebbe esserci l’altra faccia, quella della VERGOGNA, ma questo è un sentimento che a Modica, al momento, non si ravvede.

  6. Ho partecipato a diversi eventi, in Italia ed all’estero.
    Spesso le location sono state musei, palazzi reali, edifici di alto valore storico.
    Se la sua esperienza/esperimento, immagino gratis, avrà insegnato qualcosa
    a chi deve gestire i beni comuni, abbiamo fatto comunque un passo avanti.
    Il comune ha diversi beni di pregio che andrebbero valorizzati con progetti a lungo termine e non per attività estemporanee.

  7. È stato testato la potenzialità di aziende e servizi locali per eventuali futuri eventi..in oltre come l’ex cinena moderno è a disposizione della collettività..”Quando nella deliberazione si scrive che il Castello può essere offerto per
    “.. location per varie forme di eventi turistico – culturali e di animazione cittadina ..”
    Il Sig.Giaquinta darà sicuramente adito a nuove manifestazioni spazzando via ogni falsa convinzione .
    Cosa il Sig.Giaquinta intende nell’aver voluto testare di persona lo comprendo benissimo avendo io.. lavorato in grosse strutture e la realizzazione di eventi non è sempre facile… a molti non è chiaro l’impegno e gli sforzi che richiede la buona riuscita degli stessi.
    Ben vengano altri Sig.Giaquinta ..utili al rilancio del territorio..

  8. E’ una vergogna… un bene pubblico ristrutturato con i soldi dei contribuenti, senza contare l’importanza storica del sito. Anche laddove l’amministrazione lo vorrebbe adibire a “location”(manco fosse una villa di campagna) per eventi, tuttociò è di una gravità inaudita visto che il massimo che riescono a pensare di un bene storico sono i party(dei mancati consiglieri) e le feste di compleanno. Dove sono le progettualità culturali per Modica? modica non si merita questa pochezza…

  9. “Ben vengano altri Signori come il Giaquinta” : fermarsi a questa affermazione è onestamente ed eticamente errato. Gentili @Gioo e @Patrizio, va bene tutto ma non prendiamoci in giro : qui’ è accaduto che ad una persona è stato concesso gratuitamente un bene che appartiene ai cittadini modicani e solo dopo, quando è scoppiata la polemica, si è ricorso alla buffonata della delibera di giunta! Che mi si dica ” il caso è chiuso”, è chiuso un corno! Questi individui non sono a casa loro e devono servire la comunità o al contrario se ne ritornino da dove sono venuti anche perché di danni ne hanno fatto abbastanza! Oramai a Modica l’arte di fare secondo le simpatie o antipatie di qualche soggetto è diventata abitudine e mi scandalizza il fatto che la magistratura sia dormiente : di fatto o per volontà?

  10. Ma il sig. Giaquinta, che tanto umilmente ha tessuto le sue stesse lodi, in cotanti anni di esperienza ad un cotanto alto livello, non ha mai pensato di imparare l’italiano? Auguri comunque e 100 di quei giorni. Cordialmente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

3 + sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.