Vittoria. Il “Distretto delle imprese del cibo del sud est siciliano” è stato riconosciuto dalla Regione siciliana: 250 imprese potranno avere finanziamenti per il territorio

0
374

Il Distretto del Cibo del Sud-Est Siciliano, promosso dal DOSES – Distretto Orticolo Sud-Est Sicilia, e con sede a Vittoria è stato riconosciuto dalla Regione Siciliana.

I distretti del cibo sono uno strumento nuovo e aggregativo di promozione territoriale con alcuni obiettivi precisi: tutelare la sicurezza e la qualità alimentare, migliorare le produzioni orticole di qualità, ridurre gli sprechi alimentari e diminuire i rischi ambientali. Si tratta di uno strumento strategico per lo sviluppo del settore agricolo ed agro-alimentare che darà la possibilità di usufruire di finanziamenti nazionali e comunitari che permettano la realizzazione di progetti di valorizzazione del territorio. Attorno al Distretto i territori e le varie realtà produttive si sono aggregati per mettere a sistema le potenzialità e fare rete tra i diversi soggetti che operano nel settore agricolo, agroalimentare, turistico e culturale.

La regione siciliana ha riconosciuto sette distretti, in varie zone geografiche dell’isola. Il “Distretto del cibo del Sud Est siciliano” di Vittoria comprende 250 imprese delle province di Ragusa, Siracusa, Caltanissetta, Catania, Enna e Agrigento, ha un fatturato complessivo stimato in oltre 300.000.000 di euro, mentre il numero di addetti tocca le 3500 unità. Il soggetto capofila è il DOSES.

«È il tempo di valorizzare le eccellenze siciliane e le oltre 250 imprese che hanno sposato il nostro progetto! commenta il responsabile di programma, Gianni Polizzi, nonché direttore del DOSES – Il piano di sviluppo include le principali aziende delle province di Ragusa, Siracusa, Catania, Caltanissetta, Enna, Agrigento, nonché ingloba ben 12 filiere espressioni di eccellenze del settore orticolo, agrumicolo, della frutta fresca, delle piante officinali, olivicolo e oleario, vitivinicolo, delle carni, del lattiero caseario, ittico, biologico, cerealicola e mielicola».

Si guarda al futuro ed alle prospettive che si aprono: «Con il riconoscimento del Distretto del Cibo – aggiunge Polizzi – si aprono nuove prospettive di crescita e siamo non solo di continuare a dare lustro al territorio del sud est siciliano, ma anche di portare risultati concreti al fine, finalmente, di rispondere alle esigenze delle imprese agroalimentari e della fascia trasformata sud orientale».

In totale, sono 7 i Distretti del cibo riconosciuti dall’Assessorato regionale dell’agricoltura e che verranno iscritti nel registro nazionale tenuto dal Ministero delle Politiche Agricole. Tale riconoscimento darà la possibilità di accedere ad apposite risorse per le attività di sviluppo distrettuale, di promozione e di aggregazione secondo la legge n. 205/2017.

«Orgogliosi di aver raggiunto questo ambizioso obiettivo – conclude Polizzi – ringraziamo l’assessore Edy Bandiera e gli uffici del Dipartimento Agricoltura per la grande attenzione, celerità e disponibilità dimostrata nell’iter di riconoscimento».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

dieci + dodici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.