Nuove prospettive per le Grotte di Chiafura a Scicli

0
531

Incontro all’insegna delle buone pratiche   quello che si è tenuto ieri  a Scicli, tra il Sovrintendente di Ragusa, Giorgio Battaglia,   Antonino De Marco,  il Sindaco Enzo Giannone,  il presidente del Consiglio Comunale, De Maio,  ed i capigruppo consiliari Claudio Caruso,  Resi Iurato,  Licia Mirabella,  Mario Marino, Guglielmo Scimonello e Daniele Alfano. L’incontro  istituzionale era  finalizzato ai progetti cantierabili di alcune opere come l’insediamento rupestre delle Grotte di Chiafura, la Fornace Penna e la realizzazione dell’ascensore per collegare il quartiere   San Bartolomeo con l’ex Convento della Croce. Si tratta di opere di grande rilevanza turistica,che daranno un forte impulso alla crescita culturale e allo sviluppo della Città di Scicli. Il progetto di consolidamento, recupero e fruizione dell’aggrottato di Chiafura – dice   l’arch. Battaglia – è un bando a sportello che permette di presentare la domanda di partecipazione senza limiti di tempo ma fino ad esaurimento delle risorse stanziate”. Il Sovrintendente Battaglia  ha, inoltre, chiarito alla conferenza dei presidenti dei Gruppi consiliari, il percorso amministrativo che Comune e Regione  dovranno adottare per avviare i lavori di rifunzionalizzazione di Chiafura.   “Attraverso la cessione transitoria del sito archeologico di Chiafura alla Regione, per un quinquennio, affinché, quest’ultima possa avere la titolarità di poter avviare la procedura per investire la cospicua somma per la riqualificazione dello storico quartiere. A conclusione dei lavori di consolidamento e recupero, le Grotte di Chiafura rientreranno liberamente tra i beni patrimoniali del Comune di Scicli. La cifra del finanziamento si aggira intorno ai 4 milioni di euro.  Antonino De Marco ha parlato della tempistica burocratica che deve avere un percorso spedito per finalizzare l’intesa e procederecon delibera di giunta all’atto concessorio per l’utilizzazione a titolo particolare del bene pubblico. A conclusione dei lavori del tavolo, la proposta del Sovrintendente ai Beni Culturali e Ambientali di Ragusa, Giorgio Battaglia, è stata votata all’unanimità dalla Conferenza dei Capigruppo consiliari,che, hanno dato mandato alla Giunta Giannone di procedere rapidamente alla finalizzazione di un protocollo d’intesa tra il Comune e la Regione per il recupero di Chiafura.

“Dobbiamo farlo non soltanto per noi ma per tutti – dichiara il capogruppo Guglielmo Scimonello -.               E bisogna farlo subito, prima che sia troppo tardi, anche perché la democrazia non è mai una conquista definitiva. Tutti, giovani e adulti – continua – siamo cittadini e abbiamo una vocazione al servizio del bene comune. Orizzonte e fine di questa vocazione – termina Scimonello – è la buona politica, amica delle persone, inclusiva, che non lascia ai margini nessuno, ma tiene il timone fisso nella direzione del bene di tutti.”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

cinque + 6 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.