Ispica. Gianpaolo Monaca è il nuovo Comandante della Polizia Locale

È Gianpaolo Monaca il nuovo comandante del Corpo di Polizia municipale di Ispica. Succede all’ispettrice capo Lucia Roccuzzo, dimissionaria, che ricopriva l’incarico come facente funzioni.
Il comandante Monaca, in una prima fase, rivestirà il ruolo a tempo parziale, essendo anche comandante della Polizia municipale di Solarino, da cui proviene e dove ha maturato una quasi ventennale esperienza al vertice del Corpo di Polizia municipale di quel comune. Ad Ispica, oltre che capo settore della Polizia municipale, il dottor Monaca sarà anche capo settore al randagismo e alla viabilità.
Laurea in Giurisprudenza, Master in “Management, organizzazione e sviluppo delle risorse umane” e, in via di conseguimento, in “Management e e-governance della pubblica amministrazione”, il comandante Monaca ha frequentato il corso di perfezionamento in “Analisi e ricostruzione degli incidenti stradali”, organizzato dall’Università di Pavia e dal CIRSS, ed ha seguito molteplici corsi e seminari di interesse per la Polizia municipale. È rientrato tra gli idonei nelle selezioni per il posto di Comandante-Dirigente dei comuni di Gallipoli, Rieti e Udine. Suoi studi sono stati pubblicati da diverse riviste professionali e dal sito www.poliziamunicipale.it della casa editrice Maggioli.
Il nuovo comandante, già in servizio, sta prendendo contatto con la realtà locale. Ha già avuto un primo incontro informale con tutta la Giunta comunale e si è recato in visita di saluto al comando stazione Carabinieri.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI