Modica. Domani nuova protesta degli operatori ecologici della IGM

0
963

Si fermeranno ancora, domani, sabato 16 novembre, i lavoratori IGM di Modica che rivendicano il pagamento della quattordicesima e degli stipendi di agosto, settembre e ottobre.
Dopo quella di tre giorni, una nuova assemblea è stata convocato per domani all’interno del cantiere cittadino.
I lavoratori, 80 in tutto, lamentano il mancato rispetto degli accordi sottoscritti lo scorso 10 ottobre al tavolo della Prefettura di Ragusa. In quell’occasione, alla presenza della stessa azienda e del sindaco Abbate, venne assicurato il pagamento dello stipendio di luglio e della quattordicesima entro il 31 ottobre e quelli di agosto e settembre proprio entro la giornata di oggi, 15 novembre.
Ricevuto lo stipendio di luglio, i lavoratori attendono ancora i due/terzi della quattordicesima mensilità e non hanno avuto nessuno riscontro sugli altri stipendi.
“Si continua a non rispettare l’accordo siglato in Prefettura – hanno commentato i tre responsabili territoriali del sindacato unitario di FP Cgil, FIT Cisl e Uil Trasporti, Salvatore Tavolino, Nino Giannone e Silvio Balsamo – Una situazione che sta diventando ormai insostenibile per questi lavoratori che, fino ad oggi, con l’impiego degli stagionali, hanno comunque garantito il servizio per i cittadini.”
Confermato lo sciopero di lunedì prossimo, 18 novembre.
“Ci scusiamo sin da adesso con tutti i cittadini – hanno voluto sottolineare tutti i lavoratori attraverso i propri Rsu – Il disagio non dipenderà certamente da noi, anzi ci appelliamo a tutti i modicani affinché le nostre richieste di dignità e rispetto del lavoro vengano garantiti.”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

otto − uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.