Botteghe artigianali di via del Mercato a Ibla, Territorio suggerisce una diversa destinazione

0
349

“Apprendiamo dalla stampa che il Comune di Ragusa, per il secondo anno di seguito, intende concedere in locazione le botteghe artigianali di via del Mercato a Ragusa Ibla al fine di rivitalizzare quella parte del quartiere barocco adibendole alla esposizione e vendita di prodotti locali di varia natura. Ci chiediamo, tuttavia, se non sia il caso di pensare a una nuova destinazione per questo pregevole immobile che, purtroppo, viene usato pochissime volte all’anno”. Lo chiede il direttivo del Movimento Territorio, per voce del segretario politico Michele Tasca e del vice Emanuele Distefano i quali ritengono che “sia un autentico peccato che quell’immobile sia utilizzato un paio di volte l’anno, quando invece potrebbe essere usato in maniera più utile e definita nel tempo. Senza contare, inoltre, che riteniamo scorretto, nei confronti degli esercizi commerciali che già operano nel quartiere, dare la possibilità a qualcuno di avviare un’attività commerciale temporanea, in diretta concorrenza con chi è presente nel quartiere, fornendo locali a un costo di affitto calmierato dato che si parla di una base d’asta di 900 euro per circa 40 giorni”.
“Immaginiamo – dicono Tasca e Distefano – che le botteghe, davanti alle quali transitano ogni giorno molti turisti che vanno in direzione piazza Duomo, potrebbero diventare un polo di servizi per il turismo ponendovi l’ufficio informazioni, la sede operativa del Centro Commerciale Naturale (se è d’accordo), un punto di riferimento per i trasporti pubblici del quartiere e per i taxi e, perché no, vi si potrebbe prevedere anche un piccolo centro ristoro. Il palazzo, inoltre, ha un lungo porticato ad archi che con lievi modifiche potrebbe essere utile d’estate per proteggere i turisti dalla calura e d’inverno dalle piogge. Di fronte vi è la fermata dell’autobus e, poco più avanti, ciò che resta di una vecchia stazione di rifornimento carburanti che potrebbe essere acquisita dal Comune e convertita a capolinea/stazione passeggeri e di ricarica per piccoli autobus elettrici che potrebbero svolgere il servizio di navetta tra Ragusa superiore e Ibla”.
“Insomma – concludono – la nostra è una proposta, della quale si è già parlato in passato in città, che vogliamo sottoporre senza alcuna polemica al sindaco Cassì e agli assessori Barone e Licitra, per pensare un po’ più in grande per la nostra città”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

15 − 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.